Abito uomo cerimonia: come scegliere quello giusto

Ogni cerimonia, che si tratti di un matrimonio o di un battesimo, prevede delle regole fondamentali, da parte dell’uomo, per la scelta dell’abito più adatto. Elenchiamo, innanzitutto, quali sono i tipi di abbigliamento e di abbinamenti assolutamente da escludere.

Evitare di indossare camicie con disegni o colorate; non mettere mai scarpe chiare o ancora peggio bianche; fate scomparire i calzini bianchi dai cassetti; almeno per un giorno cercate di rinunciare ai jeans perché, anche se vi sono costati una fortuna, restano sempre e comunque dei jeans e soprattutto non sbottonate l’ultimo bottone della camicia. Fatte queste premesse, vediamo come scegliere l’abito da cerimonia giusto per l’uomo.

Uomini!!!Ricordatevi che il tight, anche se è un’icona di stile, non deve essere usato se la cerimonia si svolge dopo le sei del pomeriggio. La cintura, invece, va sempre indossata e va scelta in linea con il colore delle scarpe. Perfetti sono gli abiti classici, grigi o blu, abbinati con una camicia bianca, azzurra (sempre in tinte molto tenui) o, al massimo, dai colori pastello. Il nero e il bordeaux vanno bene per lo sposo.

La cravatta è d’obbligo ma deve essere di buon gusto e classica: mai scegliere colori accesi o motivi troppo eccentrici. La cravatta ideale deve avere il nodo classico o windsor e deve coprire l’ultimo bottone della camicia (aperto o chiuso). Le scarpe devono essere nere e non troppo lucide, cui andranno abbinate calze nere o grigio scuro purché lunghe; per una cerimonia informale vanno bene anche dei mocassini eleganti ma le calze devono essere sempre scure.

Se la cerimonia si svolge all’aperto, all’uomo è permesso di vestirsi con un abito casual: può evitare di indossare la cravatta e optare per una giacca sportiva (ma pur sempre abbastanza elegante). In definitiva, non ci sono molte regole per la scelta dell’abito da cerimonia per uomo ma quelle poche che esistono devono essere seguite alla lettera per essere al top.