Requisiti per fare la guida turistica a Roma

Roma è da sempre meta di turismo. Le sue bellezze artistiche, architettoniche e storiche richiamano persone da tutto il mondo. Per questo ricavarsi uno spazio e lavorare come guida turistica in questa città può essere un’esperienza gratificante e remunerativa.

Le offerte di lavoro nell’ambito del turismo a Roma sono tante, e fare la guida turistica è un lavoro dinamico e remunerativo. Per fare la guida turistica a Roma sono necessarie diverse qualità. Innanzi tutto conoscere bene la città e la sua storia, poi conoscere le lingue straniere per poter comunicare con turisti da tutto il mondo e poi avere il patentino di riconoscimento di guida turistica.

Normalmente il patentino di guida turistica viene rilasciato dalla provincia di Roma dopo un breve corso di quattro settimane alla fine del quale sarà obbligatorio fare due test. Uno sui monumenti e i luoghi più interessanti di Roma, l’altro sulla conoscenza linguistica. Una volta superato il test potrete iniziare con la vostra nuova esperienza lavorativa.

Molti preferiscono iscriversi a agenzie del turismo che affidano i gruppi alla guida. Altri preferiscono mettersi in proprio e offrire le proprie competenze ai turisti nelle più importanti piazze e strade di Roma. L’aspetto più importante è il patentino di guida rilasciato dalla provincia. Una volta che lo avrete potrete decidere come destreggiarvi e come gestirvi al meglio secondo le vostre esigenze.

Il consiglio più saggio da dare in questi casi è quello di lavorare su più fronti. Iscrivetevi a diverse agenzie, ma non aspettate che arrivi la telefonata, ma offrite la vostra professionalità ai turisti che nella maggior parte dei casi premiano l’intraprendenza. La parola d’ordine è affabilità. Non basta conoscere perfettamente tutta la storia di Roma in tante lingue diverse, è importante che il turista si diverta, si senta accolto e accompagnato in un viaggio indietro nel tempo.

Siate socievoli e disponibili, e cercate di assecondare il più possibile i desideri del gruppo che state accompagnando. Dopo la prima settimana sarete già molto più sciolti e vi risulterà tutto molto più semplice e divertente.