Giubileo 2016: a Roma si prevede un'invasione di turisti europei ed internazionali

 

 

Nonostante le difficoltà degli ultimi anni, in Italia il turismo non ha conosciuto crisi. Se il 2013 e il 2014 avevano fatto registrare delle lievi flessioni dei turisti europei ed internazionali, il 2015 è stato un anno più che positivo, traghettato anche dall’Expo a Milano, in cui ancora oggi si registrano due o tre ore di coda per i padiglioni più belli, anche nei giorni in mezzo alla settimana. Se Milano ha fatto registrare il sold out delle strutture alberghiere nei sei mesi di Expo, per il 2016, complice il Giubileo, è a Roma che ci si aspetta un vero boom di presenze. La data di inizio dell’evento sacro è stata ufficializzata e sarà il prossimo 8 Dicembre 2015, in occasione della festività dell’Immacolata Concezione.

Se la capitale è stata più volte denigrata e giustamente presa di mira per un trasporto pubblico inefficace, sporcizia ovunque e mala gestione, il Sindaco di Roma fa sapere che la città è pronta a vivere uno dei suoi anni più intensi.

Siti archeologici senza eguali, chiese dislocate su tutto il territorio di ogni epoca e un’enogastronomia da fare invidia al mondo intero, Roma é chiamata davvero a fare il grande salto di qualità.

Da alcune ricerche e statistiche effettuate da siti di comparazione di tariffe aeree e strutture ricettive, pare che la capitale abbia, già negli ultimi mesi del 2015, registrato una forte impennata dell’interesse turistico.

Rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno, pare che gli stranieri che più di tutti subiranno il fascino della città eterna l’anno del Giubileo saranno gli australiani: i dati parlano infatti di un raddoppio delle prenotazioni.

Ma la bella Roma sarà presa di mira anche dagli europei: tra i paesi da cui si aspettano più turisti ci sono l’Austria e l’Olanda, che hanno fatto registrare impennate del 90% e del 70% rispetto all’anno passato.

Roma potrà rispondere al grande evento solo in due modi: o si riscatterà agli occhi del mondo dimostrando di essere finalmente all’altezza del suo ruolo, o si avvierà verso una repentina decadenza.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !