Waldio: il 40% di batteria in più per gli smartphone Android

Qual è il problema che si riscontra maggiormente in tutti, ma davvero tutti, gli smartphone in circolazione? Un problema di memoria? Forse, ma per quello basta ovviare con piccole schede SD esterne. Il vero problema cui non si è ancora trovato soluzione è quello della durata della batteria. Se infatti i vecchi cellulari potevano svolgere funzioni semplici e limitate ma avevano batterie che necessitavano di una ricarica anche una volta a settimana, oggi gli smartphone riescono ad eseguire qualsiasi tipo di operazione ma vanno ricaricati almeno una volta al giorno. Un’infinità di prestazioni eccellenti a fronte di una batteria che dura sempre meno. Waldio è una valida soluzione per risolvere il problema.

Le soluzioni sono da tempo al vaglio degli esperti e ci sono buone possibilità che nel prossimo decennio si potranno ottenere batterie molto più durature e performanti. Una ricerca che lascia ben sperare è quella effettuata in Sud Corea, dall’equipe del professor Jun-gip Won, presso l’università di Hanyang, e che prende il nome di Waldio.

Waldio è l’acronimo di Write Ahead Logging Direct IO e si basa su una differente gestione del journaling su Android. Se per molti questi termini possono sembrare astrusi, in parole povere si punta su una riduzione delle operazioni di scrittura e lettura che avvengono normalmente sulla memoria del telefono.

Se si minimizzano i dati registrati sulla memoria del telefono, c’è un inferiore dispendio di energia e la batteria aumenta la sua durata nel tempo. Quando la memoria interna si deteriora, lo smartphone funziona molto più lentamente ed il dispendio di energie è maggiore.

Questa innovazione permetterebbe anche l’utilizzo di memorie flash temporanee e quindi anche meno costose. Si elimina il journaling consueto per una sua implementazione più leggera ed energicamente meno dispendiosa.Numeri alla mano si parla di un 40% in più dell’autonomia della batteria e una velocità dello smartphone aumentata di circa 20 volte.

Non resta che aspettare l’evolversi della ricerca: per la sua applicazione pratica ci vorranno certamente alcuni anni, ma c’è da essere ottimisti.

Waldio: il 40% di batteria in più per gli smartphone Android ultima modifica: 2015-09-23T10:00:39+00:00 da Giovanni Iacomino Caputo
CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !