Ecco come reimpostare la versione precedente di Android

Spesso capita che in seguito ad un aggiornamento Android, effettuato sul proprio smartphone o su qualsiasi altro dispositivo, non si è soddisfatti come ci si aspettava e si ha il desiderio di ritornare alla versione precedente del firmware. Fortunatamente, trovare un rimedio a tale inconveniente non è troppo difficile. L’importante è avere pazienza e seguire tutti i passaggi in maniera scrupolosa: ecco come fare.

Il downgrade rappresenta, senza dubbio, una soluzione drastica. Esso, infatti, comporta la re-installazione della precedente versione del sistema Android. Pur trattandosi di un’operazione non poco rischiosa, è l’unica in grado di risolvere definitivamente le varie problematiche. Ovviamente, prima di ricorrere a tale operazione, si consiglia di verificare che i problemi che si sono manifestati a seguito dell’aggiornamento non siano risolvibili in nessun altro modo. A tale proposito, si suggerisce di effettuare un reset del sistema.

Nel caso in cui il reset non porti alcun genere di beneficio, è necessario passare alla re-installazione della precedente versione di Android procurandosi un’applicazione in grado di sostituire il firmware dello smartphone ed i file del firmware originale. Riguardo ai file del firmware, è sufficiente fare una ricerca su Google inserendo come filtri il nome dello smartphone e la parola “firmware”. Al fine di evitare di rendere inutilizzabile il dispositivo, è fondamentale accertarsi di scegliere quello corretto.

Le procedure per l’installazione variano dipendentemente dall’applicazione che viene utilizzata. Con ODIN, ad esempio, è necessario cliccare su OPS e scegliere il file che si ha intenzione di copiare sul proprio smartphone. In seguito, è opportuno selezionare la voce One package e selezionare il file in cui è contenuto il software che verrà installato sul dispositivo. Solo dopo aver effettuato tali passaggi, si potrà dare avvio al download.

A questo punto, è chiaro che riuscire a reinstallare la versione precedente di Android, e quindi rimuovere l’aggiornamento appena effettuato, sul proprio smartphone non è impossibile ma, senza alcun dubbio, richiede una certa dimestichezza con la tecnologia e, soprattutto, con il suo complesso linguaggio. Il rischio di compiere qualche fatale errore, infatti, non è da sottovalutare. Inoltre, è fondamentale ricordare a tutti coloro che intendono avventurarsi in tale operazione che essa comporta la cancellazione di tutte le applicazioni presenti nel dispositivo mobile.

ultima modifica: 2015-10-06T17:00:13+00:00