Centinaia di file vocali

Il sito ha infatti realizzato un mir ro r del computer di Hacking Team, violato dall’ormai celebre hacker di nome Phineas Fisher, per mettere a disposizione del web i suoi contenuti. Ci sono tutte le fatture, tutti i clienti, tutte le corrispondenze e le migliaia di mail pubblicate con tanto di motore di ricerca da Wikileaks. E soprattutto ci sono centinaia di audio.

In pratica stiamo parlando, a tutti gli effetti, di intercettazioni ambientali. In molte – secondo una fonte qualificata che le ha ascoltate – si sente digitare all’interno di chat online. Il suono tipico di Whatsapp o Fa-cebook. Sappiamo che il software è in grado di ricostruire i passaggi delle nostre dita sulla tastiera, ma non chi sia stato intercettato.

Sono operatori della stessa Hacking Team che registravano se stessi per fare una prova? Erano soggetti che venivano infettati? E da chi? Si tratta di persone sotto indagine? Perché queste intercettazioni ambientali erano depositate nei 400 gigabyte della Hacking Team? In un file – riferisce sempre la nostra fonte -si ascolta un uomo che dice: “Quando finisce di mandarti la roba io cancello tutto e poi sono cazzi tuoi quello che devi fare…”. Chi sta parlando? Di quale roba si tratta? Cosa stanno salvando e cancellando? E c’è anche chi s’innervosisce dicendo: “Porca miseria, voglio conoscere questo risultato” e poi esulta: “beccato!”.

1
2
3
4
CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !