Come scegliere i giusti sfondi per un book fotografico

Scegliere la composizione di un book fotografico varia in base allo scopo al quale è destinato: immagine, moda, cinema. Per il cinema va esaltata l’espressività e l’ideale sono i primi piani in bianco e nero con scatti effettuati in studio su sfondo neutro mentre per la moda è necessario il colore, con sfondi diversi e cambi d’abito ed acconciatura.

Le foto a colori dovrebbero essere il più possibile ambientate, scegliendo sfondi colorati ma non troppo vivaci. Tutte le ambientazioni naturale vanno bene ma è opportuno per un book è meglio fare foto con sfondi non troppo colorati o movimentati. Per essere più chiari, meglio evitare uno sfondo ricco di alberi frondosi con troppi contrasti sole-ombra o panorami troppo ricchi di colori che potrebbero sminuire la figura della modella(o modello).

Le paesaggi balneari vanno sempre bene, purché non si limitino ad uno sfondo esclusivamente di cielo e mare ma, ad esempio, comprendano le cabine di uno stabilimento o le dune alle spalle della spiaggia. Ottimi anche gli sfondi urbani, mercati, parcheggi o vie trafficate, purché siano diurni e il soggetto principale delle fotografie sia realmente in primo piano e valorizzato dallo sfondo.

Anche paesaggi di montagna, specialmente d’inverno, con la neve e in una giornata assolata possono valorizzare moltissimo il soggetto delle fotografie, l’importante è che sempre siano valorizzati espressività e fotogenia. Un altro particolare di cui tenere conto per un book fotografico anche in funzione dello sfondo è l’abbigliamento: con ambientazioni balneari vanno bene le foto in costume ma non tutte in due pezzi, sarà bene alternarle con alcune in costume intero o magari con un pareo.

Essenziali per ogni genere di foto da book fotografico a prescindere dal paesaggio sono make-up ed acconciatura che devono essere studiati in funzione della massima resa espressiva e valorizzazione dei tratti del viso del soggetto affinché l’immagine lo esalti al meglio.