Motogp 2015: la Yamaha presenta ricorso per Valentino Rossi

Durante il Gran Premio di Sepang Valentino Rossi si è trovato a stretto contatto con Marquez; la stretta lotta tra i due ha causato un movimento di Rossi, che ha conseguentemente portato Marquez alla caduta.

I due stavano strenuamente combattendo per il terzo posto, alle spalle di Daniel Pedrosa e Jorge Lorenzo. La direzione di gara ha deciso di incolpare totalmente Rossi per la caduta di Marquez, sanzionandolo con 3 punti di penalità sulla patente. Questi 3 punti, sommati con il precedente punto di penalità pregresso, causeranno una penalità fortissima per Rossi: durante il prossimo Gran Premio, a Valencia, in Spagna, Rossi sarà costretto a partire in fondo alla griglia.

Chiaramente questo episodio ha causato una lunga serie di discussioni, che non sono ancora sopite. Già prima del Gran Premio tra Rossi e Marquez non correva buon sangue e già si parlava di liti di varia natura. Questo episodio porterà quasi sicuramente Rossi a non poter più sperare di vincere il titolo della Moto GP per il 2015. La Yamaha ha già effettuato un ricorso nella giornata di domenica 25 ottobre 2015 , che è stato però respinto della direzione corse di Sepang.

Sembra però che la casa giapponese sia pronta a sferrare gli ultimi colpi disponibili: nei prossimi giorni la Yamaha farà ricorso contro la penalità inflitta a Rossi, per sperare di far tornare in gioco il pilota, che fino a ieri sembrava ad un passo dal titolo mondiale. Nel frattempo online si possono trovare numerosissimi video del contatto tra Marquez e Rossi, dove si possono meglio comprendere le dinamiche dell’incidente.

Chiaramente un contatto c’è stato, ma valutare le colpe non è cosa semplice, anche perché entrambi i piloti si trovano in una situazione di tensione estrema. Vedremo nei prossimi giorni se Valentino Rossi potrà ottenere uno sconto sulla sanzione inflittagli; nel frattempo ha dichiarato che non gareggerà a Valencia.

Motogp 2015: la Yamaha presenta ricorso per Valentino Rossi ultima modifica: 2015-10-26T10:05:17+00:00 da Carmine Picariello