Milan: bisogna crederci, l'Europa che conta non è più un sogno

Ebbene sì, il titolo non è fasullo,anzi il Milan è soltanto a -6 punti dal terzo posto, attualmente occupato dalla Roma (reduce dalla vittoria in casa del Carpi per 1-3). La squadra rossonera può e deve sperare in quello che, dopo le prime partite del Campionato,si rivelava un obiettivo impossibile da raggiungere: la Champions League. Tuttavia però, il coraggio e la forza di Sinisa Mihajlovic, la grinta dei giocatori hanno portato a far sì che questa grande Coppa può essere raggiunta dalla squadra rossonera.

Notevoli sono stati i passi computi in queste ultime partite: la vittoria del derby, i 3 punti conquistati contro la Fiorentina, e ultima la sfida contro il Genoa vinta per 2-1 grazie alle rete di Carlos Bacca e Keisuke Honda.

Si, proprio lui: Keisuke Honda. Il giapponese non andava a segno da ben 16 mesi, da quella magnifica doppietta contro l’Hellas Verona e sicuramente il ritorno al goal sarà fondamentale non soltanto per il morale del giocatore stesso ma sarà soprattutto il motivo di “felicità” per il Mister e anche per i tifosi che finalmente stanno vedendo un giocatore totalmente diverso: sempre presente in fase difensiva,sempre più coraggioso nel rubare la palla agli avversari.

Era stato proprio Sinisa Mihajlovic a definire il girone di ritorno come quello delle vendette e di certo non ha torto. La squadra di Mihajlovic ha infatti collezionato nelle ultime 6 partite ben 14 punti. Se nell’andata erano arrivati contro Fiorentina, Genoa e Inter soltanto 0 punti, adesso invece ne sono arrivati ben 9.

Crescono dunque le convinzioni e la fiducia nella squadra,ma anche dello stesso allenatore che infatti (a fine di ogni gara) ha sempre sottolineato quello che è il lavoro sempre più crescente della squadra, un lavoro sia psichico ma anche fisico e tecnico. Il Napoli sarà la prossima avversaria del Milan e sicuramente la sconfitta a San Siro per 0-4 non può essere dimenticata. Certo è che il Milan, seppur arriva al San Paolo dopo ottime gare,non può essere la favorita visto che la squadra di Sarri sta disputando un campionato strepitoso grazie alla sua punta di diamante, Gonzalo Higuain.

Non resterà dunque che aspettare Lunedì per vedere chi tra Napoli e Milan avrà la meglio. Magari sarà proprio il Milan a fare lo sgambetto alla squadra partenopea avvicinandosi sempre di più a quel terzo posto che ormai è diventato il pallino della società e dei tifosi.