Consigli Fantacalcio: quanti rigoristi avere in squadra

Mentre il campionato di Serie A è oramai alle porte, il calciomercato, al contrario, entra solo ora nel vivo e le squadre si preparano al rush finale. Tuttavia, non solamente direttori sportivi e procuratori guardano con interesse alla data di chiusura, fissata per il 31 agosto.

C’è un’altra categoria che in Italia conta milioni di appassionati e che segue con attenzione l’evolversi delle trattative: stiamo parlando dei giocatori di Fantacalcio pronti all’avvio ufficiale della nuova stagione. E uno dei punti più dibattuti, a tal proposito, riguarda l’acquisto dei rigoristi e tiratori di calci piazzati, indispensabili per accumulare bonus.
La costruzione di una buona rosa al Fantacalcio, infatti, non può prescindere, oltre che da un ottimo attacco, anche dalla presenza degli ‘specialisti’, vale a dire quei calciatori che si occupano dei calci piazzati (calci di punizione e rigore).

In vista dell’asta, anche quest’anno toccherà tenere d’occhio tali elementi, magari studiando le statistiche dell’anno precedente ma cercando anche di capire, tra i nuovi arrivati in Serie A, chi potrebbe diventare un ‘tiratore scelto’.
Quanti rigoristi tocca avere in squadra? Ovviamente non esiste una regola aurea e valida sempre: tuttavia è bene, in sede di asta, cercare di acquistare quegli attaccanti che sono anche degli specialisti dal dischetto oppure quei rari difensori che si occupano di battere i calci piazzati e potrebbero regalare interessanti bonus per il reparto arretrato.
Una volta stilata una lista di questi giocatori, sarà bene tenere sott’occhio le statistiche della passata stagione: in questo modo conosceremo le loro percentuali di realizzazione come pure la probabilità che possano essere confermati nel ruolo dai rispettivi allenatori o cedere il passo ad altri.

E’ anche chiaro che, proprio per questa loro caratteristica, gli ‘specialisti’ vedranno lievitare il valore di mercato: per sbaragliare la concorrenza senza spendere cifre astronomiche, un suggerimento è quindi quello di cercare dei calciatori che uniscano alla possibilità di tirare i calci piazzati anche una discreta confidenza con la rete.
In questo modo ci si garantirà un buon numero di gol anche nelle giornate di scarsa vena dei propri elementi.