Università: ecco come scegliere la facoltà adatta a te

Sempre più spesso non si pone attenzione alla scelta della facoltà universitaria da frequentare. Il motivo è dovuto principalmente al fatto che l’esame di maturità impegna particolarmente lo studente che si ritrova libero di poter fare la propria scelta solo dopo. Il 30% degli studenti, infatti, sceglie la facoltà dopo l’esame di Stato e il 10% si iscrive all’ultimo momento.

Invece bisognerebbe porre più attenzione a questa scelta in modo da evitare conseguenze spiacevoli, come possono essere il dover frequentare per forza un corso di laurea che non interessa o per il quale non si è portati, oppure dover cambiare facoltà dopo poco.

Secondo le statistiche, ben un quinto degli studenti universitari cambia corso di laurea dopo il primo anno. Questo comporta non solo una perdita di tempo e di denaro, ma anche a livello emotivo un senso di inadeguatezza e disperazione nello studente.

Per far in modo che non si verifichino ripensamenti e non ci sia spreco di tempo e di denaro, spesso ottenuto a seguito di enormi sacrifici personali o della famiglia, è bene decidere con calma ed attenzione la facoltà da intraprendere.

In primo luogo vanno valutate le propensioni e gli interessi personali, in modo da poter trovare la facoltà che maggiormente si avvicina alle proprie capacità e a ciò che riesce a coinvolgere intellettualmente ed emotivamente.

A tal fine è bene consultare un elenco completo delle facoltà proposte dai vari atenei. Dopo di che la scelta va fatta evitando di seguire i consigli dei genitori e degli amici e valutando se è possibile o meno allontanarsi da casa per frequentare magari fuori.

La maggior parte degli errori sono dovuti al voler frequentare l’università sotto casa anche se non è quella adatta oppure a lasciarsi convincere dalle pressioni dei genitori che credono di sapere bene cosa è meglio per voi.

Se si è indecisi, o non si comprende bene verso cosa vertono le proprie attitudini, è possibile fare dei test di orientamento universitari.

L’università forma culturalmente e praticamente al lavoro ed ha una durata di norma di cinque anni. Quindi non è affatto una scelta da prendere con superficialità in quanto è della vostra vita e del vostro futuro che si parla.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !