Marò italiani: domani 10 agosto ad Amburgo il processo

Passo in avanti degli studenti italiani; secondo i dati che sono stati raccolti e diffusi dal Miur negli esami di maturità appena conclusi, il 99,4 % degli studenti ammessi, è stato promosso. Aumentano anche i voti alti e le promozioni con lode. Miglioramenti anche per gli scrutini delle classi precedenti la maturità.

L’esito degli scrutini e degli esami di maturità del 2015 attesta un miglioramento degli studenti italiani. Lo dicono i dati diffusi dal Miur, con una percentuale di promossi alla maturità del 99,4%. In pratica solo 6 bocciature ogni 100 studenti.
Il dato del 2014 era del 99,2%, ed un altro dato molto importante è quello dei voti alti, anch’esso in aumento rispetto agli anni precedenti, con il 4,9% che si diploma con il massimo dei voti.
Analizzando nel dettaglio i dati diffusi dal Miur si può notare che, mentre diminuiscono gli studenti che si diplomano con il minimo punteggio (60), aumenta la percentuale di quelli che ottengono piu di 70.
Gli studenti che alla maturità hanno ottenuto la votazione massima sono stati il 4,9%, in crescita rispetto al 4,5% dello scorso anno, ed aumenta la percentuale anche di chi ha ottenuto la lode, passando dallo 0,8% allo 0,9%.
Guardando alle singole regioni, il maggior numero di promossi con lode spetta alla Puglia, davanti a Campania, Sicilia e Lazio. Un primato, quello pugliese, che si ripete anche per quanto riguarda la percentuale di promozioni negli scrutini nella classi precedenti.
La Puglia ottiene il 72% delle promozioni agli scrutini, ed è seguita in questo caso dall’Umbria (71,5%), dal Molise (71,4%) e dalla Calabria.
Per quanto riguarda gli studenti che agli scrutini hanno avuto il “giudizio sospeso” e che quindi devono recuperare nel corso dell’estate, il maggior numero si è registrato in Sardegna con il 30%, seguita da Lombardia e Toscana.
Per quanto riguarda le bocciature agli scrutini, risulta ancora in testa la Sardegna che fa segnare un 14,1%, mentre la Campania è all’11,2% e la Sicilia al 10,5%.
Infine i numeri riguardanti i risultati degli esami di maturità per i diversi tipi di scuola superiore, con i licei che hanno ottenuto votazioni migliori rispetto agli istituti tecnici.
In particolare nei licei la lode è stata assegnata all’1,5% dei candidati, e 100 al 6,9%. Votazioni tra i 91 ed i 99 punti per il 10,7% dei maturandi e tra 81 e 90 per un altro 22,3%.

Un risultato complessivo che fa ben sperare per la scuola italiana e che si spera possa proseguire nel tempo, anche alla luce della nuova riforma che entrerà in vigore con l’imminente anno scolastico.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !