Aprire un asilo nido a Roma o Milano: i requisiti per farlo

Aprire un asilo nido a Roma o Milano richiede la presenza di alcuni requisiti che risultano essere fondamentali: dal titolo di laurea ai controlli che la ASL deve effettuare, ai documenti che bisogna consegnare: andiamo a vedere quali sono i suddetti che permetteranno l’apertura e l’avvio di tale struttura.

Come primo requisito richiesto per l’apertura di un asilo nido a Roma o Milano, vi è il titolo di studio che il titolare, ed i suoi collaboratori, devono aver conseguito. Questo tipo d’attività infatti non può essere svolta da chiunque: occorre che le persone, che hanno intenzione di avviare tale attività, abbiano il titolo di studio di laurea nel campo delle scienze dell’educazione.

In alternativa, per aprire un asilo nido occorre essere in possesso di un’attestato che confermi la partecipazione, e la conclusione ottima, ad un corso di almeno trecento ore che abbia avuto, come tematica, il ruolo di educatore e tutti gli aspetti che da esso derivano. Con questi primi requisiti in possesso, chi intende aprire l’asilo nido si ritrova a metà strada, visto che si la persona è idonea per ricoprire tale ruolo.

Occorre però essere anche in possesso di un locale spazioso e che sia attrezzato di tutto l’occorrente per poter permettere ai piccini di potersi divertire ed apprendere le prime lezioni, così come il luogo deve essere sicuro e possedere un alto livello d’igiene per essere trasformato in asilo. Questi due requisiti potranno essere soddisfatti richiedendo l’intervento dell’ASL, che effettuerà dei controlli accurati nel locale dove viene svolta l’attività di scuole dell’infanzia. L’ispezione permetterà, a chi intende aprire l’asilo nido a Roma e Milano, di poter ottenere un certificato che attesti l’idoneità del luogo che si vuole trasformare in asilo nido.

Superato anche questo ostacolo, il titolare deve creare il programma relativo all’asilo nido, mettendo in risalto le attività che verranno svolte durante l’anno scolastico. Questo documento deve essere inviato alla ASL e al Comune, i quali daranno l’autorizzazione al titolare per poter svolgere l’attività tanto voluta, ovvero aprire l’asilo nido.

Essi sono tutti i passaggi fondamentali e tutti i requisiti che vengono richiesti per poter aprire un asilo nido nelle città di Roma e Milano, così come in altre zone: importante ricordarsi che ogni educatore assunto dovrà controllare un massimo di cinque bambini.