Influenza 2015: ecco chi ha bisogno del vaccino antinfluenzale e quali sono eventuali effetti indesiderati

Parlando di influenza 2015 è necessario menzionare il vaccino antinfluenzale, somministrato su richiesta dei pazienti dai medici di base tra inizio ottobre e fine dicembre, che è ancor’oggi oggetto di dibattiti che concernono i suoi possibili effetti indesiderati. Nonostante sia stato indicato dal Ministero della Salute come un efficace mezzo per proteggersi dalle complicazioni influenzali, desta infatti ancora molti sospetti: ecco quali sono le persone che hanno maggiormente bisogno del vaccino e chi può farne anche a meno !

Influenza 2015: ecco chi non può ricevere il vaccino antinfluenzale !

La Siti ha reso noto che la vaccinazione potrebbe creare delle conseguenze negative su soggetti allergici anche a solo uno dei componenti del vaccino. Vi sono alte categorie di soggetti che non possono ricorrere al vaccino: i neonati che hanno meno di 6 mesi di vita e le persone che sono interessate da patologie in corso. Per il resto, come afferma la Siti il vaccino non è precluso a nessun altro, anche perché rappresenta una risorsa fondamentale per contrastare tutte le complicanze che insorgono durante l’influenza, ossia polmoniti, sinusiti, otiti, disidratazione.

Influenza 2015: malati e anziani bisognosi del vaccino !

Come è stato rilevato dal Ministero per la Salute, le conseguenze più nefaste dell’influenza 2015 si registrano nei soggetti affetti da malattie croniche, respiratorie, cardiopatiche e in generale patologie gravi. L’influenza tende infatti a peggiorarne gli effetti. Motivo per cui i principali fruitori del vaccino dovrebbero essere, secondo il Ministero, proprio le persone con le difese immunitarie più basse, ossia i malati e gli anziani. I soggetti più indicati per la vaccinazione sono gli over 65 affetti da gravi patologie. Secondo la Siti tra i soggetti che dovrebbero vaccinarsi contro l’influenza rientrano anche le donne in gravidanza. Il male stagionale potrebbe infatti compromettere lo stato della gravidanza nel secondo e terzo trimestre di gestazione.

Influenza 2015: gli effetti indesiderati del vaccino antinfluenzale

Il vaccino antinfluenzale tuttavia continua a far discutere poiché si sono comunque registrati degli effetti negativi come arrossamento dell’area d’iniezione fino a casi più gravi, ma assai rari di ospedalizzazione o decesso. Il ministero consiglia quindi di affidarsi sempre al parere del proprio medico di base e di valutare insieme a lui se sia il caso di ricorrere o meno al vaccino.