Da studi eseguiti è stato evidenziato che latte, yogurt ed latticini in generale, sono in grado di prevenire l’ipertensione e controllare la pressione arteriosa; l’ipertensione è una delle maggiori cause di patologie cardiovascolari, che possono portare a seri problemi di salute. Ipertensione: latte e latticini fanno bene alla regolazione della pressione Latte, yogurt e formaggi in grado di controllare la pressione e utili a prevenire l’ipertensione, che è uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare a livello mondiale, Italia compresa.

Uno studio pubblicato sul “British Journal of Nutrition” segnala l’importanza del latte e dei suoi derivati per prevenire l’ipertensione

Assumendo nella propria alimentazione regolarmente latte, yogurt e formaggi, in una dieta varia e bilanciata, ha una pressione più stabile nel tempo e va incontro a meno rischi di  ipertensione. Uno studio condotto negli Stati Uniti per la durata di  17 anni su un campione di 2636 persone, pubblicato da poco sul “British Journal of Nutrition” è arrivato a questa conclusione. Finalmente una buona notizia per i tanti italiani che soffrono di queste serie patologie, con la possibilità di prevenire e curare la patologia attraverso rimedi naturali.

I dati del Progetto Cuore, che è stato condotto dall’Istituto Superiore di Sanità, in Italia l‘ipertensione arteriosa miete vittime col in media per il 33% degli uomini e il 31% delle donne. Il 19% di uomini e un 14% di donne sono a rischio. Il consumo di latte e derivati sono collegati alla variazione della pressione. Il Framingham Offspring Study ha rilevato e riportato un minor aumento della pressione sistolica e di quella diastolica tra chi consumava abitualmente almeno 3 porzioni a settimana di latte e latticini rispetto chi ne mangiava solo una porzione a settimana.

Un maggiore consumo di prodotti latte e derivati dimuisce inoltre il rischio di sviluppare ipertensione con l’avanzare dell’età. Tra i prodotti preferiti ci sono i migliori “alleati” per tenere sotto controllo la pressione: latte e lo yogurt parzialmente scremati o interamente scremati. Lo yogurt si è dimostrato efficace a ogni età. di nutrienti.  I peptidi bioattivi contenuti in questi alimenti, si formano durante la “digestione” ed inibiscono l’enzima di conversione dell’angiotensina; si comportano esattamente come i farmaci anti-ipertensivi.

Latte e derivati hanno un ruolo anti-ipertensivo attraverso gli acidi grassi a media catena e sono micronutrienti

Il latte ed i suoi derivati contengono: calcio, potassio e magnesio, importanti nella regolazione della resistenza vascolare e nell’aiuto alla  vasodilatazione. Gli effetti positivi di latte e latticini sul controllo della pressione e sulla prevenzione dell’ipertensione, sono visibili sin dall’infanzia. Che consuma quotidianamente 200 g tra latte e derivati riduce di ben il 3% il rischio di ipertensione. E’ opportuno diminuire il sale ed aumentare l’apporto dei due minerali anti-ipertensivi per eccellenza: il potassio, contenuto in frutta e verdura ed il calcio, che è fornito dai prodotti lattiero-caseari. Al contrario, una dieta carente di prodotti lattiero-caseari è uno dei maggiori fattori di rischio per il progressivo innalzamento della pressione sanguigna ed aumenta il rischio di sviluppare l‘ipertensione.

Ultimo aggiornamento 05 novembre 2015 ore 10.30