Fitness: i migliori esercizi per i pettorali

La maggior parte degli uomini, assidui frequentatori di palestre, sognano un petto muscoloso, pieno ed ampio, da sfoggiare come simbolo di grande virilità.
Ottenere un petto muscoloso e ben definito non è impossibile: tutto ciò che occorre è tanta costanza negli allenamenti, attrezzatura adeguata ed esercizi mirati.
Vediamo nel dettaglio i migliori esercizi per ottenere dei pettorali d’acciaio.

I 5 MIGLIORI ESERCIZI PER PETTORALI FORTI E BELLI DA VEDERE

Di esercizi per sviluppare la massa dei muscoli pettorali ce ne sono tantissimi, ma quelli che saranno proposti nella seguente lista possono essere considerati come gli esercizi-base per ottenere una struttura muscolare solida e duratura dei pettorali.

1“Distensioni con bilanciere su panca piana”: è il re degli esercizi per lo sviluppo dei pettorali.
È un esercizio che permette contemporaneamente un incremento della forza e del volume dei muscoli del petto.
L’esecuzione è semplice ma deve essere fatta correttamente onde evitare movimenti sbagliati che possano arrecare un infortunio, ovvero un dispendio di energie senza risultato.
Sdraiati sull’apposita panca e con i piedi ben saldi a terra bisogna afferrare il bilanciere (caricato con lo specifico peso a seconda delle nostre capacità) e portarlo verso lo sterno. Arrivati a circa un centimetro dallo sterno, risalire lentamente e ripetere l’esecuzione per il numero di ripetizioni stabilite.
Nella fase di risalita è importante mantenere la testa ben poggiata alla panca ed è possibile aiutarsi facendo pressione con le piante dei piedi a terra.

2“Panca piana con manubri”: è simile all’esercizio precedente, ma grazie all’utilizzo degli appositi manubri, il movimento è più completo interessando al 100% ogni singola zona del muscolo pettorale.
Nella stessa posizione delle distensioni con bilanciere si devono avvicinare in alto i due manubri per poi farli riscendere lentamente all’altezza del petto.
Con i manubri si incrementa in egual misura la forza di entrambe le braccia e di entrambi i pettorali.

3“Piegamenti sulle braccia”: è un esercizio adatto anche per i meno esperti e che non prevede l’utilizzo di alcun attrezzo.
Bisogna appoggiare la mani a terra con ampiezza pari a quella delle spalle e mantenendo la schiena diritta scendere fino a far toccare il petto a terra, per poi risalire.
Per dare ancor più efficacia all’esercizio è possibile, nella fase di risalita, spingere con quanta più forza si ha cercando di far staccare le mani da terra.

4 “Distensioni su panca inclinata e su panca declinata”: l’esecuzione dell’esercizio è la stessa per le distensioni su panca piana con l’unica differenza che, a seconda della posizione della panca, si va a creare un maggior lavoro o sulla parte alta (panca inclinata), ovvero sulla parte bassa (panca declinata) del pettorale.

5“Croci su panca piana”: è un esercizio che permette di incrementare l’ampiezza dei muscoli pettorali.
I manubri dall’alto vengono lentamente portati verso l’esterno mantenendo le braccia tese.
È un esercizio che richiede un grado di esperienza maggiore ma che permette di ottenere risultati incredibili.

Accanto a questi appena descritti, che sono gli esercizi di base per i pettorali, ce ne sono tanti altri che possono essere effettuati, magari dopo aver acquisito maggior sicurezza, per incrementare a vista la propria massa muscolare.