Molti credono che la sigaretta elettronica sia un apparecchio elettronico “di lusso” adatto solo a chi può spendere i propri soldi per acquistare il superfluo. In verità è proprio l’opposto: coi prezzi di oggi, il vero lusso è diventato fumare sigarette tradizionali!

Andiamo a fare qualche rapido conteggio. La spesa sostenuta da un fumatore varia a seconda del numero di sigarette fumate ogni giorno, ed al tipo di sigaretta o tabacco scelti: un fumatore moderato consuma circa 10 sigarette al giorno, mentre uno più accanito può arrivare fino a 40. Per semplificare questa trattazione, ci limiteremo a considerare quindi un consumo medio di 20 sigarette (un pacchetto) al giorno: sarà sufficiente raddoppiare o dimezzare i calcoli per adattarli alle vostre esigenze. 20 sigarette al giorno equivalgono 20 x 7 = 140 sigarette alla settimana circa, ovverosia 600 al mese.

Il costo medio di un pacchetto da 20 sigarette è di 5 €, e considerando quindi 30 pacchetti al mese la spesa sarà di circa 150 € mensili.

Qual è invece il costo da sostenere per una sigaretta elettronica? Un kit di partenza completo è la spesa maggiore da ammortizzare, ma con la giusta oculatezza, potremo acquistare online prodotti di ottima qualità spendendo circa 30-40 €. Un flacone di e-liquid di ricarica costa circa 6 € e dura più o meno una settimana, per un totale di circa 25 € al mese, a cui va aggiunto un atomizzatore ogni due mesi (costa 15 €), per un totale di 30-35 € al mese.

Un risparmio pari a cinque volte meno le spese affrontate per fumare sigarette normali, e comunque inferiore rispetto perfino al tabacco da rullare, senza contare poi che con un po’ di forza di volontà, la sigaretta elettronica diminuirà progressivamente il bisogno di fumare, riducendo perfino questo già minima spesa.

Un risparmio notevole per il nostro portafogli, e non dimentichiamo che a guadagnarci sarà anche la nostra salute e quella di chi ci sta intorno!

 

Piu su Elettrosigaretta.net

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !