Ti mangi le unghie? 6 metodi per smettere di farlo

L’onicofagia è uno dei vizi più diffusi: mangiarsi di continuo le unghie è una cattiva abitudine, dannosa non solo perché vi è il rischio di sviluppare infezioni ma anche perché può rovinare le mani. Questo vizio in genere deriva da ansia, insicurezza, depressione o noia. Smettere però non è così difficile: ecco qualche consiglio utile su come fare.

  • Mettere dei cerotti alle unghie

Mettetevi dei cerotti poggiando la parte della garza sull’unghia, avendo cura di cambiarli periodicamente. Mangiare le unghie coi cerotti vi apparirà ridicolo e sarete portati a smettere.

  • Tenere bocca e mani occupate
    Trovate un’abitudine alternativa: quando sentite l’impulso di mangiarvi le unghie focalizzatevi su un’attività diversa. Ad esempio alcune persone amano giocherellare coi capelli, rigirarsi i pollici, picchiettare con le dita. Assicuratevi soltanto che non sia un’altra cattiva abitudine o un tic nervoso, per il resto potete scegliere qualsiasi cosa, che sia utile o solamente scacciapensieri.
  • Usare uno smalto amaro
    Stendere sulle unghie dello smalto amaro vi scoraggerà dal mangiarle. In questi prodotti in genere viene aggiunto del Bitrex, una sostanza chimica che si può acquistare anche in farmacia.
  • Essere consapevoli
    È importante saper riconoscere lo stimolo che vi porta alla compulsione e dirottarlo su un altro “piacevole” surrogato, come ad esempio un té caldo, una caramella o una telefonata ad un amico.
  •  Tenere un diario
    Tutte le volte che percepite l’impulso di rosicchiarvi le unghie scrivetelo su un diario: questa azione vi distrarrà dal vostro “bisogno” e vi fornirà una vera e propria mappa sui fattori scatenanti, facendovi capire meglio qual era il vostro umore prima di cedere alla tentazione. Sarà un modo per monitorare la propria abitudine e via via darsi degli obiettivi graduali per poter smettere.
  • Festeggiare i propri progressi
    Non abbiate paura di sfoggiare le vostre unghie con colleghi ed amici. Mostratele con fierezza, scattatevi delle foto, magari condividendole sui social, in questo modo potreste conoscere altre persone che stanno cercando di liberarsi da questo vizio e ciò non potrà che far bene alla vostra motivazione. L’unione, si sa, fa la forza.

Come avete visto esistono molti modi per liberarsi dall’onicofagia ma non dimenticate la cosa più importante di tutte: la forza di volontà.

Ti mangi le unghie? 6 metodi per smettere di farlo ultima modifica: 2015-08-15T13:00:03+00:00 da Carmine Picariello
CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !