I rischi che si corrono con una dieta fai da te

La dieta fai da te sta diventando una vera e propria moda, nonostante problemi come l’obesità siano all’ordine del giorno, però è bene ricordare sempre che l’alimentazione è basilare per la propria salute, ed anche i regimi alimentari ipocalorici devono essere concordati con il medico. Di seguito vi mostriamo qualche consiglio sul proprio benessere e quali sono i potenziali rischi se si ricorre a questi tipi di diete.

 

E’ molto esaustivo nel merito un comunicato dell’Agenzia nazionale della sicurezza sanitaria dell’alimentazione francese, l’ANSES, che ha posto l’allarme sull’utilizzo sconsiderato delle diete fai da te che circolano sui giornali e sul web, sempre più seguite da persone in sovrappeso oppure che si sentono tali, senza realmente avere il problema dei tanto famigerati chili di troppo. L’Agenzia, nel comunicato pubblicato all’inizio dell’estate, proprio in concomitanza con l’annuale ridondante tema della cosiddetta prova costume, sottolinea quanto sia importante che l’obesità, trattandosi di una patologia, venga trattata come tale e, di conseguenza, curata da un punto di vista strettamente medico e sanitario.
Anche perché i potenziali rischi di un regime ipocalorico fai da te sono tanti e possono essere anche piuttosto gravi.

Innanzitutto, gli standard sempre più rigidi sull’estetica femminile portano spesso a pensare di dover perdere peso anche donne che non ne hanno assolutamente bisogno, ma che per costituzione non rientrano nella canonica taglia 38, sempre più al centro di polemiche nelle ultime settimane. Se si intraprende una dieta dopo averne parlato con il proprio medico di fiducia, sarà lui a valutare se è veramente necessaria una perdita di peso, oppure se il fisico, sebbene diverso da quelli che si vedono sulle riviste patinate, è in forma. Un dimagrimento ulteriore in fisici già privi di adipe, può portare a conseguenze gravissime, sia fisiche e psicologiche, come la perdita di muscolatura, danni cardiaci o la tanto temuta anoressia.

Inoltre, quando si pensa ad una dieta fai da te, e quindi ad un dimagrimento, si prende in considerazione solamente il fattore estetico: in realtà il cambio di alimentazione coinvolge il funzionamento di tutti gli organi, e uno squilibrio alimentare improvviso può creare problemi gravi non solo nell’apparato digestivo, ma anche negli organi responsabili dello smaltimento delle tossine, fegato e reni, che possono riscontrare danni anche molto seri.

Allo stesso tempo, può essere dannosissimo anche uno squilibrio alimentare: è emblematico l’esempio della dieta Dukan, un regime iperproteico che rischia di danneggiare in modo permanente i reni dal momento che la maggior parte delle scorie si trovano proprio nei cibi più proteici, che affaticano in modo eccessivo il sistema di smaltimento delle tossine. E’ bene poi non dimenticare che sottoporsi a continue diete fai da te significa anche riprendere presto i chili persi, con il tanto diffuso effetto yo yo che affatica il cuore, gli organi interni, e la mente, dal momento che la sofferenza della privazione dei propri cibi preferiti diventa in pochissimo tempo completamente inutile.

Se si decide di voler dimagrire, quindi è importante rivolgersi ad uno specialista. E, sottolinea il comunicato dell’ANSES, per stare bene bisogna modificare il proprio stile di vita: meno privazioni ma tante scale e passeggiate in più per dimagrire con il più salutare esercizio fisico quotidiano. Quindi evitate di fare la famosa dieta fai da te oppure se avete intenzione di farla chiedete prima consigli ad un esperto !