Un evento tragico, ma non del tutto inatteso, ci è stato anticipato dalle anticipazioni Una Vita per la trama dell’episodio di oggi martedì 27 ottobre 2015: tra le mura di ‘Acacias 38’, si consumerà il dramma di Carlota. Dopo essere stata avvelenata dalla madre, la perfida Cayetana de la Serna, le sue condizioni si aggraveranno improvvisamente fino a quando la bambina spirerà tra le braccia di German de la Serna.

German tornerà a casa, dopo il breve idillio amoroso avuto con la sguattera Manuela, proprio per stare vicino alla piccola ma non riuscirà a salvarla. In un primo momento, stando alle anticipazioni della soap Una Vita, grazie proprio alle amorevoli cure di German, Carlota sembrerà fuori pericolo e tutti tireranno un sospiro di sollievo, compresa la stessa Cayetana che l’aveva avvelenata solo per fare uno sgarbo al marito.

German approfitterà dell’atmosfera di festa per fare un importante annuncio: nella puntata di oggi martedì 37 ottobre 2015, l’uomo deciderà di rendere pubblico il suo amore per Manuela, confermando l’intenzione di lasciare Cayetana e di portare con sé anche Carlota, una volta che quest’ultima si sarà definitivamente ristabilita. Tuttavia, prima che l’uomo sveli il suo nuovo proposito, la situazione precipiterà: il rumore della bambola di ceramica di Carlota che si frantuma al suolo attirerà l’attenzione di German che tornerà di corsa nella stanza della bambina.

Secondo le anticipazioni Una Vita della puntata di oggi, quella che ci si dovrà aspettare è una lunga scena onirica, nel corso della quale si vedrà la bambina cercare di arrampicarsi su di un albero con inciso il suo nome e poi avanzare verso una luce abbagliante, anticiperà infatti la morte nel sonno di Carlota. La bambina spirerà tra le braccia di German, mentre le urla disperate di Cayetana, devastata dai sensi di colpa, strazieranno il cuore di tutti i presenti.

La morte di Carlota arriverà inaspettata, non per le anticipazioni Una Vita che ce l’hanno raccontato da diverso tempo, anche per la malvagia signora de la Serna, la cui macchinazione doveva servire solo per punire German e non certo per far del male alla piccola.