Uomini e Donne news: cosa si nasconde dietro i
Uomini e Donne trono classico

Le news Uomini e Donne come ben sapete non riguardano solo i protagonisti del programma, ma anche il programma in sé e i suoi delicati equilibri interni: ed è proprio di questo che vogliamo parlarvi oggi, spiegando (o meglio, ipotizzando) il perché di una recente stranezza che nell’ultimo periodo, da almeno un mese a questa parte, figura nello studio di Maria De Filippi, sia quando ci sono le puntate del trono over che quando va in scena il trono classico con tronisti e corteggiatori.

Da un po’ di tempo a questa parte, infatti, nello studio di Uomini e Donne, accanto alle sedie dei tronisti in carica e di Tina Cipollari e Gianni Sperti c’è una macchina del caffè con tanto di cialde. Di solito è Tina ad alzarsi e a preparare caffè per tutti (in un’occasione anche per Maria De Filippi, che lo prende decaffeinato), e qualcuno certamente avrà notato l’enfasi che viene data a questi caffè, la ripetitività con cui Tina li nomina e la telecamera la inquadra mentre li prepara. Non ci vuole un genio per capire che si tratta di puro e semplice marketing, ovvero di pubblicità inserita all’interno del programma e non, come al solito, esclusivamente mediante le televendite finali (la quali, diciamocelo, non se le fila nessuno!). Ma perché questa scelta di Maria De Filippi di inserire uno sponsor proprio all’interno della puntata?

Il perché è presto detto, e anche in questo caso è molto facile dedurlo. Il ricorso agli sponsor, infatti, avviene quando c’è bisogno di liquidità, e da ciò si evince quello che andiamo ripetendo negli ultimi due mesi: la crisi del trono classico è più grave di quello che si potrebbe immaginare, e anche i risultati eccellenti del trono over non compensano quella che sta assumendo le proporzioni di una colossale debacle. Il divario tra i due troni e di addirittura cinque punti di share, che è moltissimo, e in alcuni casi le puntate che coinvolgevano i nuovi tronisti hanno raggiunto a malapena il 18% (quando l’anno scorso di questo periodo, con Teresa Cilia, Andrea Cerioli e Jonas Berami, si viaggiava attorno al 22%), dunque la necessità di nuove pubblicità “interne” al programma si fa più pressante che mai… E, francamente, non è questa che ci preoccupa, bensì la crisi di un trono, quello classico, che stenta a trovare la sua dimensione ideale e che forse – come le news Uomini e Donne non mancano di far notare – non ha neanche i tronisti giusti.