C'è Posta per te, la polemica continua: Selvaggia Lucarelli massacra la matrigna Valeria

La prima puntata di C’è Posta per te  come già sappiamo è stata teatro di una storia che difficilmente il pubblico spettatore dimenticherà. Protagonisti della serata una coppia di Gela, Orazio e Valeria, mittente delle busta la giovane 31enne Ilenia desiderosa di riallacciare quel rapporto con il padre compromesso proprio dalla matrigna.

Orazio e Valeria accettano l’invito e si presentano in studio; tutto inizia con molta calma per poi sfociare in una discussione dai toni abbastanza animati. Ilenia chiede solo di avere un rapporto con il padre Orazio venuto a mancare quando all’età di 10 anni mamma e papà si sono separati. Il Signor Orazio si rifà una vita con Valeria ed è la fine. Quest’ultima vede la bambina come un ostacolo e in studio, dopo 21 anni, ancora accusa la ragazza di aver messo a rischio il suo matrimonio.

La discussione prende una piega sempre più scioccante; la matrigna Valeria attacca con toni e parole disprezzanti Ilenia e in tutto questo il padre, Orazio, succube della moglie, non caccia fuori una parola per difendere la figlia, anzi, appoggia la moglie spudoratamente. La donna insulta la ragazza con parole pesanti: tu fai la vittima perché ti escono due lacrimucce ma guarda che se voglio piango anch’io!”. E poi ancora: “Tu a casa mia non verrai mai”. Io sono la signora del palazzo. Crepa!”

Quest’ultimo sconcertante augurio ha indignato non solo la padrona di casa Maria De Filippi ma anche il web che il giorno dopo la puntata si è scagliato contro la coppia tanto da indurli a chiudere i rispettivi profili Facebook. Poteva mancare l’attacco di Selvaggia Lucarelli alla perfida matrigna di Gela? Non di certo e come sempre è stata il più spontanea possibile.

“Un momento imperdibile, roba da far impallidire qualsiasi rissa da pranzo di Natale con lo zio molesto e la nonna rincoglionita”, afferma l’opinionista. Ma questo è solo l’inizio! Selvaggia Lucarelli non risparmia proprio nessuno e spara a zero sulla coppia Orazio e Valeria che hanno fatto veramente una pessima figuraccia.

“Lei, Valeria, la matrigna, è il classico esempio di donna cattiva e manipolatrice che ha realizzato il sogno di trovare un pirla che assecondi le sue frustrazioni e le sue insicurezze. Perchè diciamolo, se impedisci a una povera ragazza già investita da un divorzio tra due genitori incapaci di dialogare di frequentare suo papà, non solo sei una povera meschina, ma sei soprattutto un’ insicura. Una che crede così tanto all’amore del compagno che si sente minacciata pure dall’ombra dell’iphone con cui fa i selfie su quella faccia da megera incarognita che si ritrova”

E non è tutto per chi conosce bene gli attacchi della giornalista può ben sperare in un finale ancora più pesante. La Lucarelli termina attaccando Orazio così: “è lui, Orazio-Senzapalle che vince tutto. Lui e il suo lapsus nel rispondere alla figlia in lacrime ribadendo: certo che sei stata mia figlia. Cioè, che sei!. E allora mi permetto di suggerire alla povera figlia di mettersi il cuore in pace  perchè lei è sua figlia all’anagrafe e lo sarà sempre mentre suo padre è stato un padre? Poveraccio! è solo un burattino manovrato da una Grimilde sicula”

Nemmeno questa volta l’influencer più polemica del web si è smentita e noi ci chiediamo: queste due persone avranno ancora il coraggio di farsi vedere in giro dopo tutto questo caos? Stanno veramente pagando alto il prezzo del loro comportamento.