Jon Bon Jovi: cancellato l’atteso tour del musicista rock in Cina
Jon Bon Jovi

Il tour di Jon Bon Jovi è stato annullato dal governo di Pechino. Il cantante sarebbe ospite poco gradito del governo cinese a causa di un’immagine del Dalai Lama esposta durante un concerto qualche anno fa. Il leader spirituale del Buddhismo, in esilio dal 1959, è considerato nemico dello stato da quando la Cina ha occupato politicamente e militarmente il Tibet, revocandone l’indipendenza.

La Repubblica popolare cinese non è affatto nuova a interventi e decisioni di questo tipo nei confronti di personaggi dello spettacolo che hanno dimostrato vicinanza alla causa del Dalai Lama. Già negli passati artisti come Bjork o la band dei Maroon 5 si sono visti precludere l’ingresso e le esibizioni in Cina per avere simpatizzato in maniera più o meno ufficiale con la causa del monaco tibetano.

Uno degli organizzatori del tour cinese di Bon Jovi ha dichiarato di non poter commentare la notizia, ma ha aggiunto che sono ancora in corso discussioni in merito alla possibilità di realizzare i concerti, sebbene abbia lasciato intendere che un annullamento della decisione presa a Pechino è alquanto improbabile.

I concerti della rock star americana e della sua band, che si sarebbero dovuti svolgere a Shangai e Pechino rispettivamente il 14 e il 17 Settembre, erano degli appuntamenti molto attesi dai fan, dal momento che il cantante approdava in Cina per la prima volta nel corso della sua lunga carriera. L’annuncio del tour aveva ovviamente scatenato l’entusiasmo di milioni e milioni di fan dell’artista sparsi in tutto il paese.

In occasione di questa sua prima esibizione, il rocker aveva persino preparato una sorpresa da dedicare al suo pubblico: avrebbe cantato una delle canzoni d’amore cinesi più famose, The Moon Represents My Heart, in mandarino. Sarà sufficiente questo omaggio per conquistare il cuore del governo di Pechino, così sensibile alla questione tibetana e da sempre ostile al Dalai Lama e ai suoi sostenitori?

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !