Automobili: ecco la nuova frontiera del mercato delle auto

Nell’ultimo periodo sono stati molti gli automobilisti ad aver deciso di noleggiare auto optando per il noleggio a breve o lungo termine o per il car sharing. Addirittura, è molto importante fare presente che ad essere in decisa crescita sono gli automobilisti privati che decidono di noleggiare piuttosto che comprare un’automobile.

Tale pratica, infatti, fino a poco tempo fa era d’uso comune solo per le flotte aziendali. Ma a cosa è dovuto questo fenomeno? In primo luogo, all’aumento dei costi da sostenere per mantenere un’automobile. I vantaggi di noleggiare un’automobile a lungo termine sono molti e, di sicuro, contribuiscono ad incentivare i privati ad optare per tale formula.

Avere un unico interlocutore al quale rivolgersi per ogni genere di problematica di natura amministrativa oltre che gestionale, infatti, è uno dei motivi principali che spingono i privati a scegliere il noleggio a lungo termine. Inoltre, scegliendo tale formula il cliente ha la possibilità di conoscere sin dall’inizio l’importo effettivo che dovrà sostenere per la gestione dell’auto. La manutenzione, ad esempio, è compresa nel canone di noleggio.

Per il momento, però, il settore del noleggio a lungo termine per i privati sembra essere decisamente off-limits. I costi, infatti, non sono affatto contenuti e l’unico effettivo risparmio sembra essere quello relativo all’assicurazione. Ovviamente, le società di noleggio non tarderanno a trovare il modo per abbattere i costi e consentire a tutti di poter sottoscrivere un contratto.

A questo punto, una riflessione è d’obbligo: qualora il mercato del noleggio a lungo termine dovesse decollare, quale sarebbe il destino delle case automobilistiche? Nel futuro non esisteranno più automobili di proprietà? Di sicuro, questa è una prospettiva che non piace affatto ai produttori di automobili che non si esimeranno dal dare battaglia alle società di noleggio magari abbassando i prezzi di vendita o, addirittura, proponendo ai privati formule di acquisto agevolato. Non resta, quindi, che attendere.