Questione Volkswagen: Altroconsumo richiede l'intervento del ministro Delrio

Altroconsumo, associazione italiana per la tutela e difesa dei consumatori, ha inviato una lettera formale a Graziano Delrio, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, per chiedere il suo intervento. Si richiedono azioni per quanto riguarda la questione Volkswagen. In seguito all’indagine svolta negli Stati Uniti dalla EPA (Environmental Protection Agency), Volkswagen è stata accusata di fornire false informazioni al mercato e ai consumatori.

Esattamente un anno fa, nel settembre del 2014, Altroconsumo e altre associazioni a favore dei consumatori avevano denunciato le azioni delle case automobilistiche. Suddette azioni consistevano nel dare informazioni sfalsate al pubblico.
Volkswagen verrà portata in Tribunale: il 2 ottobre si terrà l’udienza. Altroconsumo, inoltre, sollecita il Ministro affinché ci si accerti che la Motorizzazione Civile tedesca non abbia effettuato manipolazioni dei dati in fase di omologazione.

La Motorizzazione Civile tedesca, infatti, diffonde i certificati di omologazione per le auto Volkswagen; a questo proposito, Altoconsumo vuole incitare l’indagine per controllare se anche in Europa siano stati effettuati espedienti simili a quelli rilevati dall’Amministrazione USA.

La denuncia effettuata contro Volkswagen un anno fa è stata fatta basandosi su analisi eseguite su auto vendute sul mercato europeo. Analizzando le auto in laboratorio specializzato, si sono confrontati i consumi effettivi con quelli dichiarati dalla casa tedesca.
In particolare, è stata soggetta alla prova una Golf Volkswagen 1.6 TDI BM, 77KW; le emissioni effettive di CO2 riscontrate si sono dimostrate superiori al 50% di quanto affermato.

Da qui l’accusa a Volkswagen di una pratica commerciale altamente disonesta nei confronti dei consumatori. La richiesta consiste in una condanna al risarcimento di danni.
Il responsabile delle relazioni esterne per Altroconsumo, a proposito della faccenda, si è pronunciato per un impiego da parte dell’Europa di un nuovo metodo di omologazione delle auto.

L’ideale sarebbe misurare in modo più adeguato e efficace le emissioni e i consumi, per poter evitare distorsioni ai danni dei consumatori.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !