Sfilate Milano: la pre-collezione Primavera-Estate 2016 di Emanuel Ungaro

E’ una donna che desidera sentirsi, al contempo, elegante e libera quella vestita dalla maison Ungaro che, per la Primavera-Estate del 2016, propone completi e abbinamenti con pantaloni a vita alta, affusolati e fluidi, ovvero gonne – con lunghezze mini, midi e maxi – sia dritte che svasate.

Fresco di lana e gessato sono i tessuti usati per i capi più rigorosi, abbinati a morbidi pantaloni in cotone leggero e seta lavata, ovvero a gonne in jersey e jaquard. Le applicazioni sono di pelle, passamaneria, pizzo sangallo, paillettes e organza.

Straordinari i giubbini second skin in pelle con applicazioni floreali, così come gli abiti per la sera che vanno dal mini dress aderente e con bustier, al sensuale abito lungo fino ai piedi in jersey di seta.

Magistrale anche l’uso del raso, tessuto bello ma molto difficile, che Ungaro riesce a modellare al meglio per creare gonne e abiti-sottoveste molto raffinati.

Nascono per soddisfare tutti i gusti, i diversi e colorati capi dello stilista franco-pugliese, il quale non ha paura di osare contrasti cromatici inusuali ma azzeccatissimi.

I toni accesi del vermiglio e del blu elettrico sono abbinati alle nuance basic bianco/nero e al pesca. La severità delle righe viene addolcita dalle decorazioni floreali, mentre la fluidità dei tagli è contenuta da alte cinture in pelle o in suede che segnano il punto vita.

Le calzature vanno dalle semplici e classiche décolletées, decorate con volant in nappa, alle skate-shoes in pelle, anch’esse impreziosite con volant ma, questa volta, d’organza.

Via libera ai sandali che, sulle passerelle milanesi, sono stati presentati con tacco vertiginoso e larga fascia frontale in pelle. Le borse sono tutte pochette a mano, con chiusura metallica e applicazioni in pelle fatte a volant, fiori e fiocchi.

ultima modifica: 2015-08-30T17:00:43+00:00