Risparmiare spostandosi in bicicletta
Muoversi in bicicletta in città

Tutti sappiamo che, nei limiti del possibile, spostarsi a piedi o in bicicletta, o anche utilizzando un mezzo pubblico è la soluzione migliore per contribuire a ridurre lo smog. Se si considerano solo le prime due ipotesi, inoltre, camminare e pedalare sono dei benefici per il proprio corpo… e per le proprie tasche!

Benché non sia difficile comprendere che camminare e pedalare siano attività a costo zero rispetto che guidare l’auto, a confermare il dato in maniera scientifica, effettuando delle stime, è stato il comune di Copenaghen: la capitale danese ha calcolato un risparmio di 16 centesimi per chilometro. Considerando il numero di chilometri che compiamo in spostamenti, anche solo in un giorno, non è difficile comprendere come quei 16 centesimi facciano presto a diventare cifre di una certa importanza.

Tuttavia, se da una parte all’estero hanno effettuato un’analisi a regola d’arte tanto da calcolare il risparmio effettivo dello spostarsi in bicicletta e hanno promesso la realizzazione di infrastrutture sempre più efficienti per lo spostamento dei ciclisti, in Italia il comune di Roma sembra fare l’esatto opposto: infatti il nuovo assessore alla mobilità di Roma, Stefano Esposito, in un recente incontro con delle associazioni di ciclisti, ha espressamente dichiarato di non volere realizzare neanche 1 cm di bike lane.

Si tratta di una decisione difficile da comprendere, specie se espressa con toni così convinti tanto da non volere dedicare nemmeno 1 cm alle bike lane. Ma soprattutto si tratta di un’occasione persa per l’Italia, di essere al passo con la modernità degli altri stati e di contribuire concretamente ad uno sviluppo sostenibile del pianeta, considerando che promuovere il trasporto a due ruote e creare più facilitazioni per i ciclisti significa trovare meno automobili in giro per le strade, con conseguente risparmio per le tasche degli italiani e riduzione delle emissioni nocive per l’ambiente.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !