Io lavoro: le offerte riservate ai giovani per il 2015

E’ partita la fiera per orientare i giovani alle offerte di impiego, si chiama IoLavoro, ed è iniziata il 21 ottobre 2015 presso i padiglioni del Lingotto di Torino. Alla diciannovesima edizione conta quest’anno la presenza di circa 90 tra aziende ed agenzie formative di vario genere per 4000 posti di lavoro e stage vacanti ed in attesa di essere occupati.

Le figure ricercate dalle ditte per i posti di lavoro vengono mano a mano inserite anche sul web, sul sito dell’evento, che viene promosso e sponsorizzato anche dall’Agenzia regionale Piemonte Lavoro: il direttore Franco Chiaromonte ci ha tenuto a specificare quanto si sia allargata negli anni la presenza delle società aderenti, per non parlare di quanto sia cresciuto un po’ alla volta il livello: a questa diciannovesima edizione della job fair, infatti, prenderanno parte nomi di respiro internazionale del calibro di Apple, ad esempio, o Bulgari, ma anche rappresentanti del mondo del sociale, come Amnesty Inernational ed Emercency.

Inoltre, per la prima volta a IoLavoro viene abbinata la fiera di orientamento ai mestieri, come sottolinea l’Assessore Regionale al Lavoro Gianna Pentenero, WorldSkills, contemporaneamente e nella stessa sede. I posti a disposizione ed i settori compresi nell’offerta quest’anno sono davvero molti: per i giorni alla ricerca di una loro collocazione lavorativa nella società c’è solo l’imbarazzo della scelta tra i padiglioni e gli stand di questa diciannovesima edizione della più importante fiera di orientamento al lavoro del Piemonte.

Dal settore turistico a quello IT  dei principali tour operator internazionali, dalla finanza al settore ricettivo e alberghiero, dal fundraising al settore agroalimentare, gli itinerari tra le offerte di lavoro propongono possibilità davvero in tutti i campi. Inoltre, la fiera quest’anno si propone anche l’obiettivo di fare un punto politico della situazione lavorativa di oggi, attraverso incontri e dibattiti cui assistere nel corso della visita.

All’interno dell’analisi Garanzia Giovani, già presente nella precedente edizione della job fair, si cercherà di dare un quadro dell’efficacia degli ultimi provvedimenti in tema di lavoro, con conferenze aperte una delle quali, prevista per venerdì 23 ottobre 2015, dovrebbe vedere l’attesissima partecipazione del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Importante anche il ruolo che la fiera ricoprirà per la collocazione lavorativa dei diversamente abili: “IoLavoro-H“, oltre a pubblicizzare le posizione aperte per le categorie protette, si rende disponibile per il servizio di accompagnamento alla manifestazione per chi ha difficoltà a raggiungerla, e prevede diversi incontri sul tema con le più grandi aziende, come IBM, premiata per il suo impegno.

Infine, ma non meno importante, iscrivendosi online alla manifestazione si aderisce direttamente alla rete Eures, la principale arteria informatica veicolo di informazioni sul lavoro a livello europeo. In questo modo si è facilitati nel districarsi tra le varie possibilità e offerte che offrono gli altri paesi dell’Unione Europea, per avere la possibilità di includere anche l’estero nella rosa delle proprie opzioni.

“IoLavoro” è un appuntamento importante, quindi, in grado di aprire diverse strade ai giovani alla ricerca del loro posto nel complicato, e spesso troppo piccolo, universo del lavoro.