Concorso Scuola: tutte le novità per le graduatorie di merito

Innanzitutto il nuovo concorso indetto dalla riforma della Buona Scuola dovrebbe mettere in palio almeno 80 mila posti. Tuttavia il Governo deve fare ancora chiarezza su come saranno disposti le diverse classi di concorso e in che modo sarà redatta la graduatoria di merito. Su proposta derivante dal Ministero dell’Istruzione le graduatorie dovranno essere fatte a livello nazionale, quindi si prevederà la mobilità anche per coloro che vinceranno questo concorso. Però ecco un altro problema: dalla stagione 2016/17 dovrebbero entrare in vigore i nuove parametri relativi agli ambiti territoriali.

Si tratta quindi di una situazione davvero molto caotica. Il bando non può esser preparato se prima non si sa quanti posti possono essere disponibili nelle singole regioni. Questo dato infatti non è ancora pronto.

Inoltre, coloro che dovrebbero vincere questo concorso, non sapranno in quale sede dovranno essere assegnati visto che gli ambiti territoriali ancora non esistono, perché saranno applicato solo nella prossima stagione scolastica.

Un altro punto relativo al concorso, che farà molto discutere, è il discorso della mobilità. Il Governo infatti sta cercando quasi di imporre questo principio e anche coloro che vinceranno saranno costretti ad accettare il trasferimento.

Inoltre il ruolo dei presidi manager potrebbe complicare ancora di più le cose. Infatti i presidi (che avranno potere di scegliere gli insegnanti) potrebbero rifiutare la richiesta di assunzione.

Questo perché gli insegnanti non rientrano nei loro ambiti territoriale o nella loro regione di competenza, quindi potrebbe esserci spazio anche per casi di favoritismi.

Il Governo quindi deve darsi una mossa nella risoluzione di queste problematiche, perché il bando dovrà esser pronto per il 1 Dicembre, altrimenti si rischia che le assunzioni previste possano saltare.

Saltando il bando di concorso tutto verrebbe rinviato al prossimo anno scolastico.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !