Ecco come e quando saranno chiamati i supplenti di terza fascia

In particolare gli insegnanti che sono stati assegnati alle supplenze e che appartengono alla terza fascia potrebbero essere assegnati senza nessuna difficoltà, almeno fino al 2017. Da questo anno infatti ci sarà un aggiornamento di tute le graduatorie e quindi molte cose potrebbero cambiare. Fino a quella data però chi appartiene alla terza fascia sarà sicuramente assegnato ad una sede scolastica per l’esercizio delle supplenze. Entro l’8 settembre chi non ha scelto al sede nazionale potrà vedersi assegnato ad una determinata scuola. Tuttavia il contratto potrebbe durare solo fino al 30 Giugno prossimo.

Molte strutture scolastiche infatti non stanno stipulando, per le supplenze di terza fascia, contratti che arrivano fino al 31 agosto (come succedeva prima), ma solo fino al 30 Giugno. Nel caso in cui vi siano esami il contratto vedrà una proroga.

Proroga che però sarà valida solo per i giorni necessari a svolgere i vari esami che si tengono nella struttura scolastica.

Per le supplenze che partono dalla terza fascia quindi le scuole potranno chiamare per incarichi annuali, per sostituire in modo temporaneo docenti che sono assenti o supplenze per cattedre che si liberano anche oltre il 31 dicembre.

La durata della supplenza quindi può variare, ma può anche accadere che la supplenza di pochi giorni si trasformi in una supplenza annuale. Quindi ci sono molte speranze di lavoro per color che sono inseriti in questa fascia.

Quindi anche i docenti non abilitati potrebbero trovare spazio nel personale delle diverse strutture scolastiche. Almeno su questo punta il Governo, che con al riforma della buona scuola ha voluto rivedere le graduatorie.

In particolare è stato rivisto il funzionamento e il meccanismo che permette si assumere un ruolo, compreso quello di supplenza.

Tuttavia c’è da dire che la situazione delle supplenze può differenziarsi parecchio a seconda delle varie province.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !