Come fare la domanda di maternità all'inps

Quando si parla di congedo di maternità ci si riferisce a quella domanda da effettuare all’INPS per il periodo di sospensione temporanea dal lavoro che viene riconosciuto a tutte quelle lavoratrici e lavoratori che a breve avranno un bambino o che l’hanno appena avuto (anche in adozione).

Durante questo periodo di sospensione temporanea viene elargita una indennità dall’inps che sostituisce la regolare retribuzione del lavoratore o della lavoratrice. La domanda di maternità va effettuata direttamente sul sito web dell’inps, oppure, in alternativa, attraverso il contact center o direttamente presso il padronato.

La domanda va inoltrata prima del periodo del congedo di maternità che va dai due mesi prima del parto (salvo flessibilità) a tre mesi dopo il parto (salvo flessibilità). Se non si rispettano tali tempistiche per l’inoltro della domanda, si rischia di mandare in prescrizione il diritto di maternità (o paternità).

Inoltre è necessario inviare alcune documentazioni in formato cartaceo. Tali documentazioni sono il certificato di gravidanza e la certificazione medico sanitaria. Tale documentazione deve essere inviata in busta chiusa previa mano direttamente allo sportello degli uffici Inps di competenza oppure tramite posta raccomandata. Sulla busta chiusa è molto importante apporre il numero di protocollo che viene rilasciato all’atto dell’invio della domanda online.
Inoltre bisogna anche scrivere sulla busta la dicitura: documentazione per domanda di maternità (o paternità). Documentazione medico sanitaria.

Una volta che verrà accettata la domanda di maternità (o paternità), l’Inps stessa provvederà a pagare l’indennità spettante in base a quelle che sono state le vostre direttive.
Viene effettuato un bonifico presso l’ufficio postale oppure l’indennità viene direttamente accreditata su conto corrente oppure su conto postale. Per maggiori informazioni su questo argomento indispensabile per tutti è possibile consultare il sito dell’Inps in cui sono riportati tutti i dettagli per usufruire della indennità di maternità o di paternità.

(Ultimo aggiornamento: 14/10/2015 ore 08:31)