Tassazione sulla casa: tutto quello che c'è da sapere su imu, tari e tasi

Tutti gli italiani hanno a che fare con le ormai famose imposte sulla casa imu, tasi e tari, che per l’anno 2015 non hanno subito grandi variazioni. Tutti non comunque abbiamo a che fare con la tassazione e ci tocca pagare anche se spesso non c’è chiarezza su quanto e come farlo. Ecco nel dettaglio le imposte IMU, TARI e TASI che dobbiamo pagare sulla casa.

IMU
E’ l’imposta municipale sugli immobili entrata a pieno regime nell’anno 2014, dopo una fase sperimentale nel 2013. Il versamento di tale imposta spetta ai proprietari di abitazioni, negozi ed aziende, o a coloro che ne hanno diritto di godimento.

Così come per l’anno 2014, anche per il 2015 vale l’esenzione sulla prima casa. Il pagamento dell’imposta avviene in due rate: la prima va versata entro il 16/06/15 e viene calcolata con le aliquote del 2014, mentre la seconda va saldata entro il 16/12/15 e viene calcolata in base alle aliquote dell’anno in corso. Qualora il Comune di appartenenza non emani le aliquote entro il 28/10/2015, verranno applicate le aliquote dell’anno precedente.

Per quest’anno, sono state fissate delle nuove regole riguardo l’esenzione di alcuni terreni agricoli: l’esenzione riguarda i terreni agricoli che si trovano in comuni montani e nelle isole minori.

TASI
E’ l’imposta sui servizi indivisibili e grava sul proprietario e in parte anche sull’inquilino, se previsto dal Comune. Anche per la TASI nell’anno 2015 sono in vigore le stesse aliquote previste per l’anno 2014: l’aliquota base prevista è dell’1 per mille e l’aliquota massima è pari al 2,5 per mille. Le scadenze sono le stesse dell’IMU.

Per quanto riguarda la TASI, la delibera comunale oltre alle aliquote dell’anno in corso deve prevedere anche la misura della partecipazione all’imposta da parte dell’inquilino, che può variare dal 10 al 30%.

TARI
Veniamo infine all’ultima imposta sulla casa, la tassa sui rifiuti (ex TARES), che deve essere corrisposta dagli occupanti degli immobili, sia proprietari che inquilini.

Per quanto riguarda l’anno 2015, le aliquote adottate saranno quelle deliberate entro il 30/11/2014. Sarà compito del comune inviare a casa dei contribuenti il bollettino postale o modello F24 precompilato.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento, vi invitiamo a visitare il sito del Comune di appartenenza o il sito del Ministero delle Finanze.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !