Acquisto prima casa: iva e agevolazioni che si possono ottenere

Quando l’acquisto prima casa è soggetto ad Iva? E quando è possibile usufruire dell’agevolazione sull’aliquota applicando il 4%? Da sempre in Italia la tassazione sulle compravendite immobiliari è una questione per addetti ai lavori, ma saperne di più è fondamentale per non incorrere in truffe o in brutte sorprese che potrebbero far diventare uno dei passi più importanti della vita un vero e proprio incubo. Ecco come risparmiare sull’acquisto della prima casa e tutte le agevolazioni che si possono avere.

Acquisto prima casa: soggetto ad Iva o a registro?

Quando una compravendita è effettuata tra privati è soggetta ad imposta di registro, attualmente pari al 2% del valore catastale se prima casa e al 9% se seconda casa. Quando invece a cedere l’immobile è una società costruttrice l’atto può essere sia soggetto ad Iva sia ad imposta di registro. Se l’ultimazione della costruzione, infatti, è avvenuta da meno di cinque anni, la vendita sarà soggetta ad Iva, se è avvenuta da più di cinque anni il venditore potrà decidere se applicare l’Iva o l’imposta di registro.

Acquisto prima casa: vendita soggetta ad Iva e relative aliquote

Attualmente in Italia, per le unità immobiliari ad uso abitativo e loro pertinenze, le aliquote Iva sono al 4% o al 10%. Nelle compravendite di prime case l’Iva da versare al venditore è pari al 4% del valore dichiarato, mentre nelle compravendite di seconde case è pari al 10%. Rispetto alle compravendite tra privati, come si può notare, cambia la base imponibile, non più basata sul valore catastale ma sul valore reale dell’immobile dichiarato in atto.

Acquisto prima casa: ecco a chi spettano le agevolazioni

Per ottenere le agevolazioni sull’acquisto prima casa occorre dichiarare in atto di avere i seguenti requisiti: risiedere o trasferirsi entro diciotto mesi nel Comune dove è ubicato l’immobile, non essere titolare neppure per quote di diritti su altro immobile nel medesimo Comune nel quale si trova l’immobile acquistato, non aver già usufruito delle agevolazioni prima casa per l’acquisto di altri immobili su tutto il territorio nazionale.

Visto che l’Iva può incidere anche sul 10% del valore, occorre prenderla in considerazione sin da subito se si decide di procedere con l’acquisto prima casa. Per questo vi consigliamo di verificare i requisiti per ottenere le agevolazioni prima ancora di intavolare una trattativa per l’acquisto.