Documenti fiscali: ecco per quanto tempo devono essere conservati

In linea generale i documenti fiscali devono essere conservati per almeno 4 anni dalla data di presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’IVA di riferimento. In caso di omessa dichiarazione il termine aumenta di un anno.

Queste scadenze rispettano il dettato della legge che impone all’ente accertatore di notificare l’atto di accertamento entro 4 anni dalla presentazione della dichiarazione. C’è però da dire che, visto che lo stato emette frequentemente proroghe per l’attività di controllo, è sempre opportuno, per sicurezza, conservare i documenti fiscali per qualche anno ulteriore.

Esistono, inoltre, una serie di documenti, ad esempio libro giornale, libro degli inventari e le scritture contabili, che devono essere conservati fino alla prescrizione del tributo, che di solito è decennale.

Per chi trasmette per via telematica all’agenzia delle entrate i dati delle fatture emesse e ricevute e le eventuali variazioni, la modifica introdotta all’articolo 43 del DPR 600 nel Settembre 2015 prevede la riduzione di un anno dei termini di accertamento.

Nei casi di violazioni che ricadano nell’obbligo di denuncia, i termini entro i quali può essere notificato l’avviso di accertamento raddoppiano rispetto al normale termine previsto dalla legge.
Tuttavia il raddoppio dei termini non opera nel caso in cui la denuncia sia presentata o trasmessa oltre i termini delle scadenze normalmente previste.

Riassumendo, tutti i documenti fiscali vanno conservati per almeno 4 anni dalla data della presentazione della dichiarazione dei redditi ma è più prudente conservarli anche oltre questa scadenza poiché lo stato spesso emette proroghe di uno o due anni per la scadenza dei termini di accertamento.

Per quanto riguarda in particolare le attività commerciali e le aziende vanno invece conservati per dieci anni, ovvero fino alla scadenza dei termini di prescrizione, tutti i libri obbligatori per l’imprenditore commerciale, i libri obbligatori per le Spa e i libri obbligatori per le SRL.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !