Nuova legge di stabilità: nuovi tagli di tasse per le imprese !

Lavorare per una diminuzione delle tasse sia sulla casa che sulle imprese, per rilanciare la loro competitività; queste le intenzioni del governo per la prossima legge di stabilità, secondo le dichiarazioni del ministro Padoan. Nel contempo il Mef ha presentato i dati che riguardano i conti dello stato per i primi 7 mesi dell’anno.

L’anno prossimo dovrebbe essere quello giusto per una diminuzione delle tasse a carico delle imprese; questo il senso delle dichiarazioni del ministro Padoan che ha parlato di un aiuto per rilanciare la produttività, che dovrebbe aggiungersi al calo delle tasse sulla casa.

Una dichiarazione che arriva dopo la presentazione dei conti economici dei primi sette mesi del 2015 a cura del Mef che parla di una crescita delle entrate pari allo 0,6%, mentre cresce anche il gettito dell’Iva, in aumento del 2,5%, e calano le accise.

Secondo il ministro Padoan l’Italia sta attraversando un momento nel quale ad un quadro esterno favorevole, si abbina una sostanziale componente di ripresa interna. Tutto questo fa dire al ministro che “La finanza pubblica italiana è sulla via del risanamento”.

Andando a spulciare i conti economici si scopre che le entrate dovute a tributi erariali sono aumentate nei primi sette mesi di 1.374 milioni di euro, raggiungendo quota 234.094 milioni ed una percentuale in aumento dello 0,6%.

Se poi si poi si escludono dal conto dello scorso anno delle entrate straordinarie previste solo nel 2014, si vede che l’aumento percentuale è stato ancora maggiore, ed ha raggiunto l’1,3%.

Anche il gettito dell’Iva ha fatto registrare un aumento del 2,5%, dovuto soprattutto all’incremento degli scambi interni, mentre il gettito di questa imposta relativo alle importazioni dai paesi che non fanno parte della UE è in calo.

Diminuiscono invece le entrate relative alle accise sui prodotti energetici e sul gas. Le prime sono in calo dell’1,8%, mentre le seconde sono crollate, con una diminuzione pari al 41,6%. In totale il calo delle imposte indirette è stato dello 0,1%.

Anche il gettito derivante dalla lotta evasione all’evasione ha fatto segnare un +0,9% in 7 mesi, con un aumento in termini di cifre, pari a 43 milioni di euro.

Una dichiarazione, quella del ministro Padoan, che sicuramente farà felici i contribuenti italiani, a patto che sia poi effettivamente attuata nella prossima legge di stabilità.

ultima modifica: 2015-09-13T17:00:03+00:00