Le ultime novità al 25 luglio 2016 sulla riforma pensioni ruotano intorno alle ultime valutazioni che il Governo sta facendo per comprendere quali misure inerenti la riforma previdenziali potranno o meno essere inserite all’interno della prossima Legge di Stabilità. I lavoratori da tempo attendono risposte, in lista vi sono certamente: gli esodati, in attesa dell’ottava salvaguardia, i precoci che puntano all’ottenimento della quota 41, le donne che attendono l’esito del ‘contatore’ per comprendere se le nate nell’ultimo trimetsre 57-58 potrannno essere ricomprese nel regime sperimentale opzione donna, e i disoccupati di lungo corso che si augurano di poter accedere alla quiescenza qualche anno prima rispetto ai rigidi requisiti richiesti dall’attuale legge Fornero. Vediamo le ipotesi allo studio.

Riforma pensioni 2016, le ultime novità al 25 luglio: i piani del Governo partono dall’APE

Allo studio del Governo resta certamente l’APE, l’assegno pensionistico anticipato, si tratterebbe di una misura di uscita flessibile che permetterebbe a coloro a cui mancano 3 anni alla pensione di potervi accedere andando incontro ad alcune penalizzazioni. L’entità delle stesse resta ancora sconosciuta, ma dovrebbero variare a seconda della categoria di lavoratori che vi si avvicinerà. I disoccupati di lungo corso dovrebbero avere degli sgravi fiscali tali da azzerare quasi completamente, ha detto Poletti, le decurtazioni sull’assegno ultimo.

Differente trattamento, invece, verrebbe riservato a quanti, pur avendo il lavoro, decidessero per ragioni personali di ritirarsi prima. Per questi le penalizzazioni sarebbero maggiori. L’APE non piace però ai lavoratori perché si tratterebbe di poter accedere prima alla pensione solo attraverso una sorta di prestito con le banche da restituire negli anni, sebbene l’ente di riferimento per il pensionato resterebbe l’Inps.

Riforma pensioni 2016, novità al 25/7/2016: Quota 41 precoci in bilico, passerà il bonus contributivo?

Allo studio del Governo anche un bonus precoci, al posto della quota 41, per quanti abbiano iniziato a lavorare prima della maggiore età, si tratterebbe di un bonus contributivo di 4/6 mesi per ogni anno lavorato prima del raggiungimento dei 18 anni. La misura non convince particolarmente i lavoratori precoci.

Alcuni di essi, infatti, prima della maggiore età, non hanno avuto la fortuna di avere i contributi versati, avendo lavorato in nero. Per questa ragione i lavoratori non risulterebbero dunque avvantaggiati da tale misura. La loro richiesta all’unisono, sul gruppo facebook ‘lavoratori precoci uniti a tutela dei proori diritti’ resta la quota 41 per tutti.

Riforma pensioni, news al 25/7/2016: stop alle ricongiunzioni onerose e 8° salvaguardia in arrivo?

Si ipotizza anche l’abolizione delle ricongiunzioni onerose, quel meccanismo ‘odioso’ che non consente, a patto di pagare una cifra molto esosa, di ricongiungere i contributi versati in più casse previdenziali. L’abolizione delle ricongiunzioni onerose permetterebbe di tirare un sospiro di sollievo alle tante donne che hanno carriere discontinue e contributi previdenziali versati in più enti. L’ottava salvaguardia per gli esodati, invece, è già stata richiesta dalla minoranza Dem, resta da capire se verrà finalmente concessa e se si potrà definitivamente chiudere il capitolo esodati. Per lOpziona donna non resta che aspettare fine settembre l’esito del contatore.

Lo stock di risorse per il comparto previdenziale, non sono infinite, sebbene vi siano, come ha rassicurato Poletti. Ora resta da comprendere se si troverà o meno un accordo tra Governo e parti sociali, Damiano spinge affinché, nel bene o nel male, tale soluzione giunga entro fine luglio e certamente prima del referendum.

Voi che idea vi siete fatti sulle proposte del Governo? Pensate che servirebbero per poter strutturalmente modificare la famigerata Riforma Fornero o si tratterebbe, anche venissero attuate, di misure momentanee e non risolutive? Fatecelo sapere attraverso un vostro commento e continuate a seguirci, per ulteriori aggiornamenti, sul nostro blog.