Riforma pensioni 2017, news al 27 ottobre 2016: quota 41 e mestieri gravosi, ecco chi rientra

Le news sulla riforma pensioni 2017 aggiornate al 27 ottobre 2016 riguardano la quota 41, i mestieri gravosi e i lavoratori precoci e giungono dalla bozza del decreto ormai divenuta ufficiale. Il quotidianosalute ha pubblicato la bozza della manovra che rientrerà nella prossima legge di bilancio ed è molto lunga la parte concernente il sistema previdenziale; il focus é sull’articolo 31 che tratta dei precoci, i dettagli sui mestieri gravosi e su chi potrà beneficiare della quota 41.

Riforma pensioni 2017, news al 27 ottobre 2016: chi rientra nella quota 41?

L’articolo 31 si riferisce al comparto previdenziale ed in particolare ai lavoratori precoci e così inizia “A decorrere dal 1 maggio 2017” i lavoratori che hanno almeno 12 mesi di contribuzione prima del compimento del 19 esimo anno d’età potranno andare in pensione se rientreranno nelle seguenti categorie, eccole in dettaglio.

Riforma pensioni 2017, news al 27 ottobre 2016: la platea dei quarantunisti in manovra

• Siano in stato di disoccupazione a seguito di cessazione del rapporto di lavoro per licenziamento, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale nell’ambito della procedura di cui all’articolo 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604, e che abbiano concluso integralmente la prestazione per la disoccupazione loro spettante da almeno tre mesi;

• Assistono, al momento della richiesta e da almeno sei mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap

• Abbiano una riduzione della capacità lavorativa, accertata pari almeno al 74%

Lavoratori dipendenti all’interno delle professioni indicate all’allegato A, che ricomprende la definizione di mestiere gravoso.

Riforma pensioni 2017, news al 27 ottobre 2016: la lista di mestieri e lavoratori precoci

• Operai dell’industria estrattiva, manutenzione edifici ed edilizia

• Conciatori di pelli

• Conduttori di gru o macchinari mobili per la perforazione delle costruzioni

• Guidatori di convogli ferroviari e personale viaggiante,

• Guidatori mezzi pesanti e camion

• Addetti alle professioni sanitarie con lavoro organizzato in turni (infermieri ed ostetriche)

• Addetti all’assistenza di persone che versano in condizioni di non autosufficienza

• Maestre di scuola infanzia e asilo

• Facchini e addetti allo spostamento di merci e/o assimilati

• Personale addetto ai servizi di pulizia non qualificato

• Operatori ecologici e/o raccoglitori di rifiuti differenziati o simili

La platea per i precoci che si sono confrontati a Montecitorio con Luigi di Maio del M5S é ancora molto ristretta, il Movimento assicura loro emendamenti affinché quota 41 diventi per tutti.