Pensioni precoci news: nessun bonus contributivo, i lavoratori vogliono la quota 41

Le ultime news sulle pensioni precoci giungono dalla nuova idea che sta circolando in questi giorni oltre all’APE, assegno pensionistico anticipato, e sembra infatti che il Governo abbia iniziata a pensare ad una soluzione ad hoc per i lavoratori che hanno iniziato a lavorare prima dei 18 anni. Si tratterebbe di un bonus contributivo che consentirebbe loro si ‘guadagnare’ 4/6 mesi di contributi in più per ogni anno lavoratori prima della maggiore età. Il bonus però non pare convincere molto i lavoratori precoci che si dicono contrari all’iniziativa a meno che non vengano ben esplicitate le variabili in gioco. Abbiamo raccolto alcune testimonianze sulla pagina ufficiale Facebook ‘lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti’.

Pensioni precoci news, quota 41 per tutti: nessun contentino o bonus

“Non accetteremo nulla al di fuori di questo numero, a mio avviso è importante che entro la fine di luglio o i primi giorni di agosto il governo dica chiaramente si oppure no alla 41 per tutti , bonus e altre porcherie varie non servono a tutti, ma servono a pochissimi precoci che hanno avuto la fortuna di non aver perduto contributi prima dei 18 anni, cosa che all’epoca era di moda.

“Poi la definizione vera di precoce era un anno di contributi prima dei 19, ebbene ora il governo vuole stravolgere anche questo, dare il bonus per gli anni prima dei 18 non esiste e non deve essere accettato, si potrebbe prendere in considerazione se il paletto venisse posto ai 21 anni perchè all’epoca prima del 1975 si diventava maggiorenni a quella età.”

Pensioni precoci news: occorre la quota 41

“Non facciamoci trascinare fino a settembre nell’incertezza perchè cosi perdiamo la partita, ora è il momento della verità” aggiunge Michele Antonio Tarantino, “o ci danno la quarantuno o ce la dobbiamo andare a prendere.”

“Diamo massima fiducia al comitato Roma che ci sta rappresentando nella trattativa, e anche nei rappresentanti del Governo che non hanno chiuso le porte, ma ripeto fine luglio è la data alla quale noi dobbiamo conoscere ciò che faranno perchè rimandare ancora significa che non c’è volontà per risolvere la nostra situazione. comunque io ci credo”

Pensioni precoci news, qualche voce fuori dal coro: bonus perché no?

C’é anche qualche precoce che preoccupato del fatto che alla fine non si ottenga nulla nella contrattazione sulla quota 41 che spererebbe almeno nel bonus per tirare un mezzo respiro di sollievo. Ecco le parole ad esempio di Carlo Giani che ci scrive: “Va bene anch’io preferirei quota 4, ma se poi non passasse?Almeno chi ha cominciato a 14/18 potrebbe tirare un respiro di sollievo, staremo a vedere !!!”

Il gruppo dei lavoratori precoci si scinde! Vi é chi é assolutamente contrario e chi non sottovaluterebbe l’idea del bonus contributivo prima dei 18, certo con buona probabilità molto dipende dalle singole situazioni e da chi é stato messo in regola prima della maggiore età. Al momento si tratta solo di idee e di ipotesi, la verità si conoscerà i primi di Agosto quando i lavoratori incontreranno nuovamente Nannicini.

Al momento, se volete restare informati sulle pensioni precoci, vi consigliamo di non perdere i prossimi aggiornamenti che pubblichiamo sul nostro blog.