Pensioni precoci e quota 41: ecco le ultime novità, Agosto 2016 mese decisivo

Le ultime novità sulle pensioni precoci e sulla quota 41 continuano a rincorrersi specie dopo l’incontro dell’11 luglio tra il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Nannicini e una delegazione dei cosiddetti quarantunisti. Dal confronto sono emerse almeno tre novità di rilievo, vediamone nel dettaglio grazie soprattutto alla testimonianza di Roberto Occhiodoro, amministratore del gruppo ‘lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti’ presente all’incontro come ‘apri fila’.

Pensioni precoci e quota 41: ecco le ultime novità

Le ultime novità sono almeno tre: si aprono buoni spiragli per la quota 41 che oltre che essere già inserita nel Ddl 857 di Damiano e ora stata presa in seria considerazione dal Governo, al punto che verrà prezzata dalla ragioneria di Stato. Ad Agosto 2016 l’incontro decisivo che farà comprendere se vi saranno le risorse o meno per concedere la tanto desiderata quota 41 ai lavoratori precoci o se questo sogno svanirà completamente.

La seconda novità concerne una conferma giunta da Tommaso Nannicini che ha rassicurato i lavoratori dicendo loro che l’APE non li riguarderà, inoltre la quota 41 ed il discorso dei lavoratori precoci, ha precisato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, resta un ‘capitolo a parte’. La decisione dipenderà dalla Ragioneria di Stato che stimerà i costi e li renderà pubblici entro agosto, mese in cui é fissato un successivo confronto tra Nannicini ed i precoci. La decisione ultima sul capitolo previdenziale non é più rinviabile, si comprenderà qualcosa della prossima Riforma pensioni entro fine settembre.

Pensioni preococi e quota 41: le parole di Occhiodoro

Roberto Occhiodoro ci ha rilasciato un’intervista ed ecco le sue parole:“il punto focale del colloquio è stata la quota 41, ma anche il tema dell’aspettativa di vita e del contributo di solidarietà sno stati oggetto di discussione profonda. Per quel che riguarda la possibilità di una manovra specifica sui ” quarantunisti” questo credo che potrà avere una risposta più precisa nel prossimo incontro in quanto sapremo quante risorse verranno messe in campo.Esso si terrà i primi di agosto’.

Si saprà a quale sorte andranno incontro i lavoratori precoci. Molti lavoratori iniziano a temere il duro parere della Ragioneria di Stato e che il responso possa essere il solito noto ritornello’ non vi sono le risorse’.

Le nostre notizie sulle pensioni precoci sono terminate qui per il momento ma presto sul nostro blog troverete nuove news a riguardo.