Pensione anticipata: ecco i requisiti contributivi per ottenerla

La pensione anticipata è la prestazione previdenziale che dal 2012 è subentrata alla pensione di anzianità; essa è ottenibile su richiesta da parte dei lavoratori dipendenti (sia pubblici che privati) e autonomi, iscritti obbligatoriamente all’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) o alle forme previdenziali sostitutive, integrative, esclusive o per i liberi professionisti.

I beneficiari della pensione anticipata 2015 sono:

1) Lavoratori aventi anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, con decorrenza dal 1° Gennaio 2012, a cui si applica il sistema retributivo o misto.

Tali soggetti devono avere raggiunto il requisito contributivo fissato in 42 anni e un mese per gli uomini e 41 anni e un mese per le donne; tale anzianità deve essere aumentata di 4 mesi nel 2013 e di 6 mesi dal 1° gennaio 2014.

Sono validi i contributi versati o accreditati a qualsiasi titolo all’assicurato, fermo restando il perfezionamento dei 35 anni di contribuzione previsti dalla vecchia normativa.

La penalizzazione per chi percepisce la pensione anticipata prima dei 62 anni consiste in un taglio sulla pensione retributiva maturata fino al 2011 pari al 2% per ogni anno di anticipo prima dei 60 anni e all’1% per ogni anno prima dei 62 anni.

2) Lavoratori con primo accredito contributivo dal 1° gennaio 1996, con decorrenza dal 1° gennaio 2012, nei seguenti casi:

• conseguimento delle medesime anzianità contributive previste nel punto 1).

Non si computa la contribuzione proveniente dalla prosecuzione volontaria; inoltre la contribuzione accreditata prima del 18° anno di età va moltiplicata per 1,5.
Per tali soggetti non sono previste penalizzazioni.

• al compimento di 63 anni, purché siano stati versati e accreditati minimo 20 anni di contribuzione e l’importo della prima rata non deve essere inferiore a 2,8 volte l’ammontare dell’assegno sociale.

Le domande di pensione anticipata 2015 vanno inoltrate:
– per via telematica, collegandosi al portale dell’Inps;
– telefonicamente, chiamando da rete fissa il numero verde 803164, oppure da cellulare il numero 06164164;
– ai Patronati autorizzati dall’Inps.

Per qualsiasi chiarimento riguardante i trattamenti anticipati, potete visitare il portale pensioneanticipata.it.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !