Pensione anticipata, news a oggi 23 settembre 2016: accordo col Governo in vista?

Le ultime news ad oggi 23 settembre 2016 sulla pensione anticipate parlano del prezioso intervento dell’onorevole Titti di Salvo che ha avuto luogo il 22-09 mattina negli studi televisivi di Mi Manda RaiTre. Salvo Sollile ha riaffrontato il delicato tema della riforma pensioni in vista del prossimo incontro tra Governo e sindacati che vi sarà il 27 settembre prossimo. Ci sarà l’accordo col Governo? Le ultime dichiarazioni da parte dell’onorevole Pd.

Pensione anticipata, news al 23 settembre 2016: soluzione vicina, stiamo lavorando

Per l’onorevole Titti di Salvo la soluzione tra Governo e sindacati é ormai prossima, proprio per questo, dice rassicurando i lavoratori in studio, si é preferito rinviare il tavolo programmato al 21 settembre scorso. Le ragioni? ‘Fare bene e meglio’. Insomma lo scopo é quello di mettere davvero mano alla famigerata Riforma Fornero al fine di sanare i tanti nodi critici ancora esistenti.

Pensione anticipata, news al 23 settembre 2016: occhio di riguardo a precoci, esodati ed usuranti

Titti di Salvo, incalzata dal conduttore e dagli ospiti, due precoci Mauro D’Achille e Franco Rossetti, presenti in studio ha ribadito che il Governo ha tutte le intenzioni di porre rimedio ai propri errori, un occhio di riguardo verrà, dice, certamente riservato a coloro i quali la legge Fornero ha creato maggiori disagi.

Tra questi i lavoratori precoci, per cui probabilmente passerà alla quota 41 e 10 mesi, gli esodati, per i quali si opterà per l’ottava ed ultima salvaguardia, e per gli usuranti, si cercherà di ampliare la platea dei lavori definiti tali. Si conferma per la pensione anticipata la misura dell’APE, assegno pensionistico anticipato.

Pensione anticipata, news al 23 settembre 2016: anche le donne saranno tutelate

Titti di Salvo, dopo aver visionato un video di una lavoratrice iscritta al gruppo ‘opzione donna proroga al 2018′, ha assicurato in primis che vi sarà nelal prossima legge di Stabilità l’eliminazione delle ‘indecenti’ ricongiunzioni onerose e che si farà il possibile.

Tutto questo affinchè i risparmi, monitorati in base al ‘contatore’, vengano blindati per il proseguo della sperimentazione di opzione donna. Non resta ora che attendere il 27 settembre 2016 prossimo per comprendere se davvero le intenzioni del Governo si tramuteranno in norme oggettive spendibili dai lavoratori.

Nel frattempo continueremo ad aggiornarvi con nuove news riguardanti la pensione anticipata.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !