Pensioni docenti: tutti i requisiti necessari

A seguito delle riforme attuate nel corso degli ultimi anni si è creata non poca confusione riguardo ai requisiti richiesti per ottenere la pensione, ed in vista della cosiddetta ‘finestra di settembre’, che permetterà di andare in pensione ai docenti che ne abbiano fatto richiesta (nonché ai dirigenti scolastici ed al personale tecnico ed amministrativo), cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Per prima cosa analizziamo la situazione dei dipendenti che avevano maturato la possibilità di andare in pensione già prima del 2011, ovvero prima dell’entrata in vigore della tanto discussa Legge Fornero: in questo caso, per accedere alla pensione di vecchiaia, sono richiesti almeno vent’anni di contributi ed un’età minima nel 2011 di 65 anni per gli uomini (quindi nati non oltre il 1946) e 61 anni per le donne (nate non oltre il 1950).
Per quanto riguarda invece la pensione anticipata, vale la regola della cosiddetta ‘Quota 96’: è necessario che la somma tra anni di età ed anni di contributi sia non inferiore appunto, a 96, come nel caso in cui fossero stati versati contributi per 36 anni e si avesse raggiunto l’età di 60 anni; in alternativa è possibile accedere alla pensione avendo versato almeno 40 anni di contributi a prescindere dalla propria età anagrafica.

Vediamo a questo punto quali siano invece i requisiti minimi richiesti per accedere alla pensione dopo il 2011, ovvero a seguito dell’entrata in vigore della Legge Fornero: in questo caso per ottenere la pensione di vecchiaia sono richiesti, tanto agli uomini quanto alle donne, almeno 20 anni di contributi ed un’età di almeno 66 anni (sono dunque interessati esclusivamente gli individui nati non oltre il 1949).

Hanno invece diritto alla pensione anticipata gli uomini che abbiano versato contributi per almeno 42 anni e sei mesi e le donne che abbiano versato contributi per almeno 41 anni e sei mesi. Vogliamo infine precisare che potranno andare in pensione a Settembre anche i dipendenti che raggiungeranno i requisiti richiesti nei mesi successivi, comunque entro la fine dell’anno solare.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !