Pensionamento: un nuovo decreto del M5S cambia il sistema previdenziale italiano.

Buone notizie arrivano nel fronte dell’ormai largamente discusso sistema previdenziale italiano, grazie al decisivo impegno del Movimento Cinque Stelle nel far approvare un’importante decreto in grado di garantire il pensionamento di circa 2500 lavoratori a partire dal 1 Settembre dell’anno 2016. Per quanto riguarda il tema delle pensioni questa è una grandissima novità che risolleva anche un po il morale di tanti lavoratori italiani.

L’emendamento è rivolto a coloro i quali operano nell’ambiente scolastico e richiede la maturazione della cosiddetta quota 96 entro gli anni 2011/2012, ampliando le precedenti possibilità di un pensionamento anticipato e diminuendo la saturazione del mercato del lavoro.

L’allungamento dell’età pensionabile è infatti senza dubbio una delle problematiche che attualmente più preoccupa gran parte della popolazione italiana, ma questo decisivo passo avanti segna senza alcun dubbio un punto di svolta.

A partire dal 1 Settembre 2016, i lavoratori scolastici che avranno infatti maturato la quota 96 (che equivale ad un’età di 60 o 61 anni e 36 o 35 di contributo) entro gli anni 2011/2012 potranno godere del pensionamento anticipato.

Le cifre stimate dall’Inps prevedono il pensionamento di circa 2500 lavoratori per uno stanziamento di capitali pari a 22,5 milioni nell’anno iniziale e circa 60 milioni per il successivo.

Somme di denaro di certo consistenti ma considerate, dalla commissione Lavoro della camera dei Deputati, necessarie per alleviare almeno in parte un disagio ormai largamente diffuso nella penisola italiana.

Le uniche possibilità di pensionamento anticipato prima del decreto, del resto, prevedevano il guadagno di una somma di denaro previdenziale più bassa con il conseguente stanziamento di circa 9000 persone nell’ambiente lavorativo.

Non solo del resto si va a migliorare l’età pensionabile di molti individui ma si provvede anche ad offrire nuovi posti di lavoro a future generazioni di insegnanti. Gli esponenti del movimento cinque stelle assicurano che anche in futuro la loro linea politica si occuperà nuovamente di temi inerenti a pensionamento e disoccupazione.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !