Mercati azionari 2015: crisi

Il 2015 tra qualche mese è finito ma, come anno, si sta rivelando molto difficile per gli investitori: infatti pare che si sia abbattuta una vera e propria crisi di mercato che ha portato azioni, titoli, bond e valute al ribasso. Questo significa che chiunque abbia investito dei soldi ad inizio anno con la speranza di incrementare il proprio capitale, a fine anno si sta ritrovando molto probabilmente con il portafoglio alleggerito.

Le azioni hanno conosciuto un notevole calo di valore. L’indice Msci Country World è calato di quasi il 7% rispetto ad inizio anno, mentre il Bloomberg Commodity Index è sceso di ben il 16%. Anche a livello di valute si sta conoscendo un deciso calo, con l’indice del Parker Global Strategies che è sceso del 1,8%. A preoccupare ancora di più, il fatto che anche le “high yeld”, che hanno inizialmente reso moltissimo e generato tantissime soddisfazioni tra gli investitori, si sono avviate al tracollo quest’anno.

Il Bank of America’s Market Risk Index sta registrando valori simili a quelli del 2011 e questa crisi di mercato sta preoccupando non poco nel mondo della finanza: a livello generale si sta conoscendo un ribasso del valore di mercato, e anche quando vi sono dei casi di rialzo o di resistenza a questa crisi, interviene l’inflazione a riabbassare le speranze di tutti quegli investitori che hanno sperato di far fruttare il proprio capitale in titoli (pure quelli statali), bond e azioni, e che si sono ritrovati delusi a fine anno.

Le uniche forme di investimento che sembrano ancora reggere sono il dollaro (che è anche aumentato di valore nel corso del tempo) e i titoli di stato statunitensi. Ma a parte queste eccezioni, come sta andando il mercato? Che cosa ci si dovrà aspettare dal prossimo anno? Staremo a vedere, per adesso rimane solo il malcontento di chi ha investito tanto per ricevere poco.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !