Mercato immobiliare: diminuiscono i prezzi degli immobili e aumentano i mutui erogati.

Per il mercato immobiliare si prevede una ripresa grazie all’inarrestabile picchiata dei prezzi delle case. Secondo un recente studio condotto dalla Tecnocasa, una della agenzie leader nella compravendita di case su tutto il territorio nazionale, il primo semestre dell’anno in corso ha fatto registrare l’ennesimo calo dei prezzi degli immobili con conseguente aumunto dei mutui erogati.

La flessione dei prezzi delle case va avanti dal 2008, dove è stata registrata una caduta del 6,3% rispetto all’anno precedente. Negli anni a seguire ci sono stati ulteriori cali significativi, fino all’ultimo calo del 2014 pari al 7,3%. I dati pubblicati dall’Istat, hanno creato molti dubbi negli investitori, anche a causa dell’introduzione delle varie tasse sulla casa inserite nei precedenti anni.

Dall’altra parte però, sono sempre di più i privati che decidono di acquistare una casa per viverci. Infatti, la picchiata dei prezzi ha caratterizzato un aumento dei mutui concessi dalle varie banche. Nell’ultimo periodo per chi decide di acquistare una casa, è più facile ottenere un mutuo ventennale, grazie alla liquidità ottenuta dagli istituti di credito dalla Banca Centrale Europea.

In particolare, è aumentato il numero dei mutui concessi con tasso fisso poco superiore al 3%, per un importo medio di 110.000 euro e con durata che va da un minimo di 20 anni ad un massimo di 30 anni.

Secondo i dati registrati dalla Tecnocasa, su tutto il territorio nazionale le compravendite nell’anno 2014 sono state 417.524, con un aumento del 3,6% rispetto all’anno 2013. Le vendite sono state uniformi in tutti le grandi città d’Italia, ad eccezione di Napoli che ha registrato un calo del 3,7%.

La domanda del mercato immobiliare si concentra in particolar modo su trilocali o su abitazioni composte da 4 locali, confermando l’andamento degli ultimi anni. Fanno eccezione le città come Milano, Roma e Napoli, dove le richieste si concentrano in modo maggiore sui bilocali.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !