Menopausa precoce: di cosa si tratta, quali sono le cause e come affrontarla

La menopausa è una fase normale nella vita di una donna, ma se la scomparsa del ciclo avviene in età inferiore a 40 anni si parla di menopausa precoce, pur non trattandosi di una malattia, può avere conseguenze su muscoli, alcuni organi ed ossa. Ecco cos’è, quali sono le cause e come bisogna affrontarla, anche se quando si ha questo problema è consigliabile rivolgersi al medico per la prescrizione di una terapia.

La menopausa coincide con il termine dell’ovulazione e quindi viene meno la fertilità della donna. Il segnale principale è l’amenorrea, cioè assenza del ciclo. Solitamente la menopausa si verifica intorno ai 50 anni di età. Prima dei 40 anni si parla di menopausa precoce, questa oltre ad avere i classici sintomi, come vampate, insonnia, secchezza vaginale, perdita di urine, calo del desiderio, può avere conseguenze anche su altri organi.

Frequente è il caso di osteoporosi, dolori articolari, scompensi tiroidei, diabete. Nella maggior parte dei casi vi è anche un invecchiamento cellulare veloce e questo potrebbe comportare anche Alzheimer e morbo di Parkinson.
Per questo motivo se vi sono dei segnali di una menopausa precoce è opportuno recarsi dal medico, in particolar modo se in famiglia vi sono stati precedenti casi di menopausa precoce, ciò perché nella maggioranza dei casi è ereditaria.

Solitamente in caso di menopausa precoce il medico provvede a prescrivere un contraccettivo, se la donna esclude il desiderio di avere un figlio, infatti quando il ciclo è irregolare comunque vi è la possibilità di un’ovulazione e quindi di una gravidanza.
Il contraccettivo ha la funzione di regolarizzare il ciclo e quindi attenuare i fastidi legati alla fase transitoria.

In una seconda fase, quando il ciclo è scomparso, il medico prescrive una terapia ormonale in grado di evitare gli scompensi legati alla menopausa precoce visti prima.
Resta da dire che oltre alla causa genetica, la menopausa precoce può essere determinata da cure mediche, radioterapia pelvica e chemioterapia.

In caso di menopausa precoce non ci si deve arrendere, ma andare dal medico e seguire i suoi consigli.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !