I capricci dei bambini ci sorprendono spesso nei luoghi meno adeguati; a tal riguardo i consigli della tata potrebbero esserci molto utili!!! Spesso ci fanno fare brutta figura di fronte agli genitori, facendoci sentire spesso inadeguati. Non vi arrabbiate. Tutti i bambini fanno i capricci; l’importante è imparare a gestire bene la situazione. Può venire in aiuto ai genitori ed ai bambini più irrequieti la tata con i suoi preziosi consigli.

La tata è in grado di dare le giuste indicazioni riguardo il comportamento migliore da adottare in tali situazioni. Secondo quanto affermato dall’educatrice, dopo la privazione del sonno, i capricci rappresentano per i genitori una fonte di stress non indifferente.

Il bambino si arrabbia, sbatte i piedi, urla, e strilla per motivi spesso incomprensibili. Tuttavia questo risulta essere un passaggio fondamentale per lo sviluppo dei più piccoli. E’ così che il bambino comincia a formare il suo carattere e ad esprimere le sue emozioni ed i suoi sentimenti.

I capricci risultano spesso essere una ricerca d’attenzione, per questo è opportuno non sottovalutarli e capire quali siano realmente le loro necessità. Innanzitutto il genitore deve cercare di mantenere la calma; superare le urla del bambino non servirà a nulla. Anzi, ciò sortirà l’effetto contrario, facendo irritate ancora di più il piccolo.

In secondo luogo è bene cercare di trattare i bambini come degli adulti, chiedendo loro quale sia il problema, stabilendo un rapporto di empatia che favorisca il dialogo. Rassicurate vostro figlio e fatevi raccontare cosa lo disturba. A volte si tratta semplicemente di capricci per fame o sonno.

Spiegate al bambino che mettersi a strillare e a fare capricci non è un comportamento corretto; sarà sufficiente avvisare il genitore e comunicare i propri bisogni e tutto si risolverà in breve tempo. Infine, una volta presa una decisione, resistete e non demordete!

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !