Donna in gravidanza: giusto fare attività fisica?
Per le donne più sportive è difficile rinunciare all’attività fisica anche in gravidanza, ma c’è chi teme che fare sport potrebbe nuocere al bambino e che quindi sia necessario rinunciarvi: nulla di più falso! Infatti, purché non siano stati espressi pareri contrari da parte del ginecologo, fare in sport in gravidanza è consigliabile per favorire la circolazione, tenere il peso sotto controllo e rendere più agevole il parto. L’importante è fare attenzione e osservare le giuste precauzioni: per questo motivo è sempre opportuno parlare con il medico prima di iniziare un qualunque tipo di attività fisica in gravidanza.

Tutti gli sport sono ammessi tranne quelli a rischio di caduta o che prevedono contatti corporali che potrebbero determinare traumi all’addome. Meglio anche evitare le corse e i salti perché rischierebbero di aumentare le contrazioni dell’utero.
L’attività sportiva deve essere il più possibile soft, con ritmi più lenti. Durante la gravidanza, infatti, cresce l’ossigenazione e la quantità di sangue in circolazione e quindi anche il battito del cuore aumenta: meglio ricordare che non bisogna superare i 150 battiti al minuto.
Mentre le donne già abituate a fare sport possono cominciare già dal primo trimestre, chi non è particolarmente allenata dovrà attendere almeno il quarto mese.
Le meno sportive dovrebbero però in ogni caso evitare di apprendere nuove tecniche e sport faticosi proprio in questo momento così particolare. Meglio puntare su qualcosa di più rilassante, come yoga, acquagym e passeggiate.
Lo sport va invece assolutamente evitato quando ci sono minacce d’aborto, placenta previa, ritardo di crescita del feto e ipercontrattilità dell’utero: in questi casi è bene rinunciare all’attività sportiva per tutta la durata della gravidanza.
Alcune patologie come ipertensione e diabete potrebbero invece trarre dallo sport un certo miglioramento, purché si rispettino le regole indicate in precedenza.Se lo sport viene praticato in maniera corretta in gravidanza favorisce anche la circolazione sanguigna limitando senso di gonfiore e pesantezza delle gambe, ma anche distorsioni e tendiniti.