Essere mamma: come educare i figli

Essere mamma porta con sè una consapevolezza: non si vive più solo per se stesse ma anche per la propria creatura, la quale dovrà essere accompagnata lunga il suo percorso di crescita e dovrà ricevere attenzioni, affetto, consigli, ma anche e soprattutto una buona educazione. Essere mamma è un compito che investe a tempo pieno e che si impara a svolgere attraverso la pratica e l’esperienza. Non ci sono altri modi. E’ un compito che rappresenta anche la completa realizzazione di una donna in quanto tale, per quanto nella società attuale si è portati che una completa auto realizzazione la possa offrire solo una carriera sfavillante e dei successi in ambito lavorativo. C’è un qualcosa di magico e di speciale nell’essere mamma.

Tra i vari compiti che una madre si ritrova a dover svolgere, probabilmente il più complesso e gravoso è quello di dare, possibilmente insieme al suo compagno, una educazione appropriati ai suoi figli.

Esistono diversi modelli educativi e diverse scuole di pensiero in merito ma la realtà è che non si studia per essere madri né ci si prepara (se non in minima parte) attraverso libri e manuali. Essere madri è tanto naturale quanto l’istinto materno in sè.

Fornire una buona educazione ai propri figli non è facile nella società odierna in quanto, sin da piccoli, i bambini subiscono notevoli influenze da parte dei coetanei e da parte dei mass-media che spesso propongono modelli e pseudo valori per nulla edificanti.

Le madri fanno del loro meglio per indirizzare i figli verso i principi e i valori in cui esse stesse credono ma vedono, in un certo senso, limitato il loro raggio d’azione dalle istituzioni scolastiche, che detengono un potere rilevante nel forgiare la psiche dei bambini.

Non sarebbe una scelta appropriata schermare i propri figli dalle influenze esterne e cercare di crescerli sotto una campana di vetro in quanto rischierebbe di creare un divario tra essi ed i loro coetanei, creando loro problemi di socializzazione.

Tuttavia, una madre deve essere vigile e molto accorta, stando molto attenta ai messaggi che la televisione e Internet diffondono, promuovendo consumismo, superficialità, culto dell’estetica, sessualizzazione precoce e violenza travestiti da intrattenimento.

CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !