Essere mamma: come riconoscere le coliche nel vostro bambino

Con la parola colica si definisce in generale un comportamento anomalo del neonato che si mostra agitato e piange per molte ore al giorno, anche se ha già mangiato. Le cosiddette coliche gassose preoccupano molto i genitori, e in particolare le mamme, perché il bambino può mostrarsi irrequieto per svariati giorni di fila e questo può essere dovuto a un disturbo momentaneo o a patologie più gravi a carico dell’intestino o dello stomaco. Essere mamma è difficile anche per questo: ecco dei consigli su come capire se vostro bambino ha le coliche.

Di norma le coliche compaiono nelle prime settimane della vita del vostro bebè, il fenomeno poi scompare da solo nel giro di pochi mesi. In alcuni casi, molto più rari, questo disturbo può durare anche più a lungo. Non bisogna mai dimenticare che le coliche non sono dovute a mancata attenzione da parte della mamma e non evolvono automaticamente in problemi per la salute e per la crescita del bambino.

La prima cosa da fare è portare il bambino dal pediatra così da assicurarsi che si tratti di semplici coliche e non di malattie più impegnative come la stipsi oppure il reflusso gastro-esofageo. Una volta che queste sono state escluse, il compito del pediatra è proprio quello di fare in modo che i genitori si calmino e che non si mostrino ansiosi con il bambino. Infatti, una situazione di agitazione si trasmette anche a lui e complica le cose.

Le cause alla base delle coliche neonatali sono tuttora sconosciute, quello che è certo però è il suo evolversi spontaneo. Non sono infatti necessari farmaci o rimedi omeopatici, ma con il tempo diventeranno solo uno spiacevole ricordo. Le coliche sono molto semplici da riconoscere, infatti si presentano all’improvviso e soprattutto di sera senza che ci siano state in precedenza avvisaglie di malessere. Inoltre il bambino piangerà molto quasi a rimanere senza fiato.

L’addome è gonfio e al tatto si presenta molto teso, questo perché al suo interno si è accumulata molta aria. Le coliche sono tipiche dei bambini voraci indipendentemente dal fatto che essi vengano allattati al seno o con l’ausilio di un biberon.

In conclusione, quando il bambino è irrequieto per le coliche bisogna solo essere pazienti e attendere che sia il tempo a curare tutto.

Essere mamma: come riconoscere le coliche nel vostro bambino ultima modifica: 2015-09-27T22:00:52+00:00 da Giovanni Iacomino Caputo
CONDIVIDI

Facci sapere cosa ne pensi !